Vai al contenuto principale
Menu
3 cose che gli adulti più anziani che usano la marijuana dovrebbero fare attenzione

3 cose a cui gli anziani che usano marijuana dovrebbero fare attenzione

Diffondi l'amore ✌🏼

Ora che la marijuana ha raggiunto uno status legale in diversi paesi e molti stati d'America, l'uso di cannabis è passato attraverso un processo di rivalutazione. Le persone di tutte le età sono ora più aperte a provare la pianta, sia per scopi ricreativi che medicinali. Uno dei dati demografici in più rapida crescita sono i baby boomer, dal baby boom dopo la seconda guerra mondiale.

Un nuovo studio ha rilevato che tra il 2016 e il 2018 l'uso di marijuana è quasi raddoppiato tra gli uomini di età compresa tra 65 e 69 anni.

Secondo NBC News:

Gli uomini di età compresa tra 60 e 64 anni hanno riportato i tassi più elevati di consumo di marijuana, con il 12,6% degli intervistati che ha affermato di aver usato la droga negli ultimi 30 giorni nel 2018, rispetto all'8,9% nel 2016. Nello stesso periodo, l'uso è quasi raddoppiato anche tra gli uomini di età compresa tra 65 e 69 anni (dal 4,3% nel 2016 all'8,2% nel 2018) e tra gli uomini di età compresa tra 70 e 74 anni (dal 3,2% al 6%). L'uso tra le donne è cambiato di meno.

Il coautore dello studio Bill Jesdale ha affermato di avere alcune teorie sul motivo per cui sempre più adulti più anziani usano la cannabis, come una maggiore disponibilità ad ammettere che la usano perché è meno tabù, ha una maggiore disponibilità di droghe e sempre meno le inibizioni sono contro l'uso.

Ci sono anche altri fattori che contribuiscono, inclusa una tendenza globale verso farmaci più naturali, e gli anziani che cercano specificamente sollievo dal dolore e aiuti per il sonno, preferibilmente quelli che non hanno effetti collaterali significativi.

Mentre i giovani adulti sono ancora i maggiori consumatori di cannabis negli Stati Uniti, l'aumento dell'uso da parte di anziani e anziani preoccupa alcuni ricercatori; ci sono alcuni fattori che possono influenzare l'effetto della marijuana su di loro.

Ecco tre dei più urgenti:

Reazioni con i farmaci

La questione più urgente che preoccupa gli esperti medici è il potenziale effetto che la marijuana può avere sui farmaci di uso comune presi dagli anziani. UN recensione pubblicata nel Journal of the American College of Cardiology afferma che la marijuana può interagire con i comuni farmaci per il cuore, come statine e fluidificanti del sangue. L'uso di marijuana può modificare il tempo in cui questi farmaci hanno effetto e può anche portare a sanguinamento eccessivo.

Le persone dovrebbero anche evitare di combinare la marijuana con farmaci per l'epilessia o qualsiasi altra sostanza che abbia effetti forti. In caso di intervento chirurgico, è importante che gli adulti più anziani rivelino ai medici l'uso di marijuana, compreso l'uso di CBD. Il composto è stato anche collegato al cambiamento del modo in cui il fegato elabora i dosaggi nei medicinali.

Elevato rischio di cadute e incidenti

Anche se questo dovrebbe essere particolarmente vero per gli anziani, l'uso di marijuana può causare vertigini e una sensazione di fuori controllo nel tuo corpo. Questo, a sua volta, può aumentare il rischio di cadere e di essere coinvolti in tutti i tipi di incidenti. La caduta rappresenta un serio rischio per gli anziani, con 1 su 5 che porta a un trauma cranico o ossa rotte.

Confusione

Gli anziani e gli adulti a più alto rischio di demenza e confusione dovrebbero fare attenzione alla loro assunzione di marijuana, specialmente quando usano prodotti con un alto THCsoddisfare. Il THC ei suoi effetti psicoattivi possono causare effetti collaterali inaspettati in persone che hanno avuto o sono predisposte a malattie psichiatriche.

Fonti tra cui CNN (EN), Leaderpost (EN), NBC News (EN), TheFreshToast (EN)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati * *

Torna in alto