Casa la Cannabis Amsterdam è impegnata in piani per tenere i turisti fuori dai bar della città

Amsterdam è impegnata in piani per tenere i turisti fuori dai bar della città

porta drugsinc

Amsterdam è impegnata in piani per tenere i turisti fuori dai bar della città

Il sindaco Femke Halsema di Amsterdam ha una nuova visione della città e dei caffè quando il turismo riprende.

Halsema, che ha iniziato un mandato di sei anni come sindaco nel 2018, ha presentato una proposta che vieterebbe ai turisti di visitare le caffetterie della città.

In una lettera dell'8 gennaio, Halsema spiega la sua proposta, che include regole più severe per i coffee shop, come impedire che diventino catene di negozi multipli e limitare l'accesso per i cittadini locali.

La proposta ha generato reazioni contrastanti, vari media riportano. Halsema discuterà il piano con i consiglieri alla fine del mese.

Halsema ha detto al giornale Il guardiano che troppi negozi di cannabis erano cresciuti e che alcuni di loro avevano legami con la criminalità organizzata.

"Amsterdam è una città internazionale e vogliamo attirare turisti, ma per la sua ricchezza, bellezza e istituzioni culturali", ha detto Halsema, aggiungendo che la città rimarrebbe comunque "aperta, accogliente e tollerante" nei confronti dei negozi.

Amsterdam segue l'esempio con le caffetterie come altre città

Alcune giurisdizioni in Paesi Bassi hanno già introdotto divieti turistici simili, come le città di Maastricht e Den Bosch, che hanno cercato di ridurre drasticamente il numero di turisti legati alla cannabis da Belgio, Germania e Francia.

Amsterdam segue l'esempio con le caffetterie come altre città (nella foto)
Amsterdam segue l'esempio con le caffetterie come altre città (AFB)

Attualmente ci sono circa 166 cannabis cafè ad Amsterdam. Uno studio del governo ha rilevato che la città dovrebbe averne meno di 70 se ai visitatori della città fosse negato l'accesso ai negozi.

Se la città va avanti con il piano, Halsema ha detto che la transizione potrebbe richiedere mesi.

Secondo Joachim Helms, un portavoce dell'Associazione dei rivenditori di cannabis che rappresenta i proprietari di bar, le modifiche proposte costringerebbero i turisti ad acquistare la loro cannabis in un modo diverso.

"La cannabis è un prodotto popolare che piace alle persone di tutto il mondo", ha detto. “La gente vuole fumare la canna. Se non funziona in un bar, lo comprano per strada. "

La scorsa estate è stata organizzata una petizione che chiede di ridurre il turismo a un massimo di 12 milioni di pernottamenti ad Amsterdam all'anno.

Fonti tra cui CNN (EN), Notizie olandesi (EN), Recensione olandese (EN), La CrescitaOP (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento