Casa CBD I prodotti CBD rischiano di essere banditi dagli scaffali

I prodotti CBD rischiano di essere banditi dagli scaffali

porta Ties Inc.

2019-02-11-I prodotti CBD rischiano di essere banditi dagli scaffali

Proprio quando l'uso della cannabis ricreativa e/o medicinale sembra diventare un luogo comune in un numero sempre maggiore di luoghi, Bruxelles sta gettando le basi per i lavori. Secondo un ampio articolo del Financieel Dagblad, i produttori e i commercianti di prodotti a base di CBD e cannabis terapeutica potrebbero vedere il loro "business verde" scomparire come neve al sole.

Nei Paesi Bassi e in tutto il mondo, sempre più multinazionali, start-up, ma anche l'orticoltura e l'industria leggera stanno traendo beneficio dal crescente settore verde dei miliardi. Anche i produttori di bevande e tabacco stanno entrando e vedono la loro possibilità di prendere un boccone. Dalla legalizzazione della cannabis, in Canada e in diversi stati degli Stati Uniti, sempre più aziende stanno scavando nella nuova miniera d'oro. L'uso dell'olio di CBD per scopi medici in particolare è immensamente popolare tra il grande pubblico.

panacea

Ma non è solo il commercio a beneficiare della 'cura miracolosa' che non si trova più solo nello smart shop, ma anche sugli scaffali del drugstore. Anche migliaia di persone con dolore cronico, problemi del sonno, disturbi d'ansia, autismo, epilessia e molti altri disturbi medici traggono grandi benefici dal CBD. Arricchisce la vita delle persone, senza una ricerca approfondita sull'esatto effetto del cannabidiolo (CBD) - un estratto dalla cannabis - su varie malattie o disturbi.

"Novel Food"

Eppure le storie di successo dei pazienti, che si alzano e vanno a dormire con qualche goccia di olio di CBD, sono numerose. Tuttavia, il fiorente mercato è stato interrotto con la decisione di Bruxelles di classificare i prodotti CBD come "nuovi alimenti". In termini concreti, ciò significa che i produttori devono compiere ogni sforzo per garantire che i loro prodotti siano sicuri. Spetta alle autorità alimentari dell'UE imporlo. Il settore non è rassicurato. Sarebbe un disastro se, nel peggiore dei casi, i prodotti CBD dovessero scomparire dai negozi.

"Allora il commercio potrebbe andare completamente clandestino e tu consegni il mercato ai ciarlatani, senza sapere da dove provengono i prodotti", dice Reinders, presidente della European Industrial Hemp Association (EIHA) nella FD.

Financieel Dagblad (Fonte)

Articoli correlati

1 commento

Nathalie Anette 15 settembre 2019 - 00:27

Min fick frutt diagnostica il bröstcancer nel febbraio 2019 o diverse varianti di lavoro e gammal van som jag såg på sjukhuset berättade för mig om cannabisolja. Hon har tagit cannabisoljan i några månader now oh jag kan gärna säga att hon har blivit botad. Tutto virata fino a Rick Simpson Cannabis Olja.

rispondere

Lascia un Commento