Casa la Cannabis Il Ministero dell'Istruzione thailandese vuole stabilire zone libere dalla cannabis

Il Ministero dell'Istruzione thailandese vuole stabilire zone libere dalla cannabis

porta Ties Inc.

2022-06-23-Il Ministero dell'Istruzione thailandese vuole stabilire zone libere dalla cannabis

Il ministro dell'Istruzione Trinuch Thienthong si è detto preoccupato per l'impatto sugli studenti a seguito della recente depenalizzazione. Trinuch afferma che ogni scuola statale sarà designata come una zona libera dalla cannabis. Il ministero deve garantire che insegnanti e studenti comprendano i pro ei contro del consumo di cannabis.

Pertanto, si terrà una discussione con il dipartimento della salute del Ministero della Salute per ottenere maggiori dettagli sulla pianta e sui possibili effetti collaterali dell'uso della cannabis come ingrediente di cibi e bevande, inclusi biscotti, pane e bevande. Devono inoltre esserci restrizioni che limitino rigorosamente l'uso della cannabis. Il suo utilizzo negli alimenti e nelle bevande deve essere certificato.

Buone informazioni

Questa iniziativa è supportata dal governatore di Bangkok Chadchart Sittipunt, il quale ha affermato che le scuole affiliate alla Bangkok Metropolitan Administration (BMA) hanno la responsabilità di garantire agli studenti una comprensione più completa della cannabis. Chadchart ha insistito sul fatto che non intende ostacolare la politica del governo, ma piuttosto garantire la salute e la sicurezza del pubblico.

Ha fatto riferimento ai recenti casi di quattro persone ricoverate in ospedale dopo un uso eccessivo dell'impianto, sebbene i risultati dell'indagine sui loro casi da parte del servizio medico della BMA siano ancora in sospeso. dott. Kiattiphum Wongrajit, segretario del ministero, ha affermato che accelererà l'attuazione di misure preventive per frenare l'abuso della droga. Perché il Legge sulla cannabis e sulla canapa in attesa dell'approvazione, il governo potrebbe imporre più regolamenti relativi al ministero della salute, ha affermato il dott. Kiattiphum.

Fino allo 0,2 percento di THC

Dal momento che la cannabis è stata rimossa dalla lista dei narcotici, parti della pianta possono ora essere utilizzate per uso medicinale. dott. Kiattiphum ha affermato che la vendita di prodotti a base di cannabis potrebbe aiutare l'economia a riprendersi dagli effetti della pandemia.

Tuttavia, le persone dovrebbero stare attenti all'uso ricreativo della pianta a causa del potenziale rischio per la loro salute mentale. Tutti gli estratti contenenti più dello 0,2% di tetraidrocannabinolo (THC) sono ancora classificati come narcotici illegali.

“Sebbene la cannabis sia stata rimossa dall'elenco, i prodotti devono essere controllati. Abbiamo emesso un avviso che avverte le persone di fumare erba in quanto può influire sulla loro salute mentale o causare incidenti stradali", ha affermato il dott. Kiattiphum.

Fonte: Bangkokpost.com (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento