Casa CBD La compressa di CBD migliora il dolore neuropatico periferico nei pazienti diabetici

La compressa di CBD migliora il dolore neuropatico periferico nei pazienti diabetici

porta Ties Inc.

2021-05-19-La compressa di CBD migliora il dolore neuropatico periferico nei pazienti diabetici

In uno studio di fase II, una compressa sublinguale di cannabidiolo (CBD) ha ridotto i punteggi del dolore nei pazienti con neuropatia periferica di circa il 50%.

Il tipo più comune di neuropatia nel diabete di tipo 1 è la neuropatia periferica. I nervi del sistema nervoso periferico sono interessati: questi nervi collegano organi e tessuti al midollo spinale. Con la neuropatia periferica, le persone di solito soffrono di piedi, gambe e talvolta braccia, stomaco e schiena.

Secondo Pure Green Pharmaceuticals Inc, il trattamento con una compressa sublinguale di cannabidiolo idrosolubile (CBD) di pazienti diabetici con dolore neuropatico da moderato a grave ha portato a miglioramenti significativi sia del dolore medio che dei punteggi più alti del dolore. Questo rispetto al placebo.

L'influenza del CBD sul diabete

Alla fase II-Studie (NCT04679545) ha arruolato 54 pazienti con neuropatia periferica diabetica dolorosa (pDPN) dei piedi. I partecipanti sono stati randomizzati 1: 1 a ricevere compresse sublinguali proprietarie di Pure Green contenenti 20 mg di CBD o un placebo tre volte al giorno. Questo per 28 giorni.

La ditta ha riferito che i pazienti che hanno ricevuto il trattamento attivo hanno sperimentato un dolore significativamente inferiore rispetto al gruppo placebo (p <0,001) e un dolore significativamente inferiore rispetto al gruppo placebo (p <0,001). Il trattamento con CBD ha anche portato a miglioramenti statisticamente significativi nella qualità della vita e miglioramenti clinicamente significativi nella qualità del sonno e nell'ansia.

Innovazione nel trattamento della neuropatia periferica diabetica

Dott. Debra Kimless, Chief Medical Officer e anestesista certificato dal consiglio di amministrazione di Pure Green, ha commentato: “Ottenere un sollievo clinico e statistico dal dolore per questi pazienti in poche settimane è molto soddisfacente e francamente inaspettato. È interessante notare che i risultati di questo studio controllato con placebo erano coerenti con quelli dello studio pDPN in aperto di Pure Green Pharmaceuticals, in cui entrambi gli studi hanno mostrato una significativa diminuzione dei punteggi del dolore di circa il 50%. La sicurezza del paziente viene sempre al primo posto ed è stato il nostro indicatore più importante. Non ci sono stati effetti collaterali nei pazienti trattati con farmaci in nessuno dei due studi clinici ".

Stephen Goldner, amministratore delegato della società ed esperto di lunga data della Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, ha aggiunto: “Un incontro congiunto per lo sviluppo di farmaci con la FDA ci ha avviato su questa strada. Non vediamo l'ora di tornare alla FDA per condividere questi dati. La FDA è ansiosa di alleviare la sofferenza dei pazienti in questa popolazione di pazienti molto ampia, soprattutto perché il COVID-19 sembra aver aumentato il numero di pazienti diabetici ".

La neuropatia periferica diabetica (DPN) è dolore dovuto a danni ai nervi periferici dei piedi e delle mani causati da livelli di zucchero nel sangue cronicamente elevati. Colpisce oltre il 50% dei pazienti con diabete. Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), 34,2 milioni di persone negli Stati Uniti hanno il diabete e altri 88 milioni di persone con prediabete. Secondo il Journal of Diabetes Complications, il costo della DPN era di circa $ 2015 all'anno per paziente nel 30.000.

Lees più op Europeanpharmaceuticalreview.com (Fonte, EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento