Vai al contenuto principale
Menu
fumigazione

fumigazione

Serie di messaggi: Colonna - Kaj Hollemans (KHLA)
Diffondi l'amore ✌🏼

Paesi Bassi - dal signor Kaj Hollemans (KH Consulenza legale) (@KHLA2014).

A causa di tutte le misure adottate dal governo a causa del coronavirus, questa settimana è praticamente inosservata il divieto di fumo nel settore della ristorazione entrato in vigore. Dal 1 ° aprile 2020, le aree fumatori nel settore della ristorazione dove vengono fumati prodotti del tabacco non sono più consentite. Ciò vale per tutti gli stabilimenti che rientrano nella definizione di "ristorazione" ai sensi della legge sul tabacco e sui prodotti per fumatori. Il divieto si applica a caffè, discoteche, sale da concerto, hotel e ristoranti, caffetterie e sale shisha.

L'applicazione della presenza di aree fumatori nel settore della ristorazione inizierà dal 1 ° aprile 2020. A partire da tale data, gli imprenditori possono essere multati se l'area fumatori viene utilizzata per fumare prodotti del tabacco. L'NVWA supervisionerà questo. Fumare prodotti a base di tabacco finirà presto consentito solo su una terrazza esterna, se ciò non causa fastidio al fumo in ambienti chiusi. Una terrazza esterna deve essere completamente aperta su almeno un lato e non deve essere coperta da fioriere o altro materiale. La parte aperta può anche essere la parte superiore. Quando la terrazza è coperta con una tenda o un ombrellone, uno dei lati deve essere completamente aperto.

eccezione

Nel gennaio 2020, il segretario di stato Blokhuis indicato in risposta alle domande della Camera dei rappresentanti che il fumo di cannabis, hashish o miscele di erbe che non sono mescolate con il tabacco non saranno coperti dal divieto di fumo. Questa eccezione ha perfettamente senso. Tradizionalmente, la caffetteria è stata un luogo in cui le persone possono divertirsi in un ambiente tranquillo e familiare, senza disturbare le altre persone. Se rendessi impossibile quella funzione stipulando che d'ora in poi non dovresti più fumare in una caffetteria, tabacco o niente tabacco, allora creerai un enorme problema in termini di fastidio, perché tutti fumeranno alla porta.

Le ultime settimane sono state tutte le caffetterie diventare punti di ritirotuttavia, una volta ripristinate le normali operazioni, sarà una vera sfida impedire alle persone di fumare prodotti del tabacco nella caffetteria. Dopotutto, la maggior parte dei soffiatori olandesi (oltre il 90%) preferisce rotolare un giunto in cui l'erba o l'hash si mescolano con il tabacco. Fino ad ora, i controlli sul fumo di erba o hashish mescolati al tabacco nel bar non sono stati molto, ma mi aspetto controlli più severi quando il settore della ristorazione riaprirà.

Criterio T

In realtà, è stato aggiunto un nuovo criterio per le caffetterie; il cosiddetto criterio T (T: nessun tabacco). D'ora in poi è importante sottolineare ai clienti il ​​divieto di fumare prodotti del tabacco nella caffetteria e garantire che le persone utilizzino alternative al tabacco se vogliono fumare una canna nella caffetteria. Prendendo sul serio il criterio T quanto gli altri criteri AHOJG, non solo vengono evitate le multe, ma è anche chiaro fin dall'inizio che il governo trova le caffetterie dalla sua parte come partner nella lotta contro il tabacco.

Commestibili

Sarebbe sicuramente utile se, oltre all'erba fumante o all'hashish, le caffetterie sono autorizzate a offrire vari prodotti di cannabis commestibili (e bevibili), i cosiddetti "commestibili". Negli Stati Uniti, dove la cannabis è legale, brownies, biscotti, dolci, caramelle, gomme da vino, cioccolato, tè e bevande analcoliche sono ovunque offerto con erba, ma nei Paesi Bassi la maggior parte dei comuni difficilmente consente la vendita di "edibles". E nei comuni in cui è consentito, di solito è limitato alla torta spaziale.

I prodotti alimentari a base di cannabis potrebbero essere una buona alternativa per alcuni consumatori a fumare una canna con tabacco. Grazie al divieto di fumo nel settore della ristorazione e alla popolarità degli "edibles" negli Stati Uniti, la domanda di questi prodotti nei Paesi Bassi aumenterà nel prossimo futuro. Pertanto, sarebbe positivo se il governo prendesse posizione su "edibles" e tollerasse la vendita di questi tipi di prodotti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati * *

Torna in alto