Casa Azioni e finanziari Il CEO di Sundial prevede la chiusura massiccia dei negozi di cannabis in Canada

Il CEO di Sundial prevede la chiusura massiccia dei negozi di cannabis in Canada

porta Ties Inc.

2022-05-07-CEO di Sundial prevede la massiccia chiusura dei negozi di cannabis in Canada

Il CEO di uno dei maggiori operatori canadesi di punti vendita al dettaglio di cannabis per adulti sta lanciando l'allarme su un'ondata di potenziali chiusure.

In una lettera agli azionisti, il CEO di Sundial Growers Zachary George ha avvertito di una massiccia chiusura dei negozi di cannabis. I rivenditori di marijuana canadesi devono affrontare la forte concorrenza della proliferazione dei punti vendita al dettaglio di cannabis. Ciò porta a una saturazione eccessiva ea prezzi e margini in calo.

I negozi di cannabis sono a rischio

Secondo Cannabis Benchmarks, una società di raccolta dati del settore, il mese scorso sono stati aperti 3.138 negozi di cannabis in tutto il Canada. Più di un terzo di tutti i rivenditori è a rischio di chiusura, ha affermato il CEO. Solo in Ontario, 1.468 negozi di marijuana regolamentati, quasi la metà di tutti i negozi di cannabis legali Canada.

"La maggior parte dei rivenditori sta lottando per essere redditizia e ora stiamo iniziando a vedere un rivolo di chiusure su base settimanale", ha scritto nella lettera. Sundial ha affermato di gestire la più grande rete di vendita al dettaglio di marijuana di proprietà privata del Canada, con circa 180 sedi.

Coltivatori di meridiane

Tali posizioni sono costituite da negozi di proprietà dell'azienda, sedi in franchising e altri. L'anno scorso, Sundial ha acquistato la rete di vendita al dettaglio di Spiritleaf per $ 131 milioni di dollari canadesi ($ 107 milioni) in contanti e azioni. L'accordo includeva 86 sedi aziendali e in franchising, che da allora sono cresciute fino a 104 negozi. George ha detto che Sundial ha chiuso 11 negozi.

Sundial possiede anche circa il 63% di Nova Cannabis - un rivenditore che opera in Alberta, Saskatchewan e Ontario - attraverso la sua recente acquisizione di Alcanna, uno dei più grandi rivenditori di alcolici di proprietà privata del Nord America, per 346 milioni di dollari.

Fonte: mjbizdaily.com (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento