Casa la Cannabis Impianto di gas a base di canapa: la compagnia energetica francese investe quasi 19 milioni di euro

Impianto di gas a base di canapa: la compagnia energetica francese investe quasi 19 milioni di euro

porta drugsinc

La compagnia energetica francese investirà quasi 19 milioni di euro in un impianto a gas a base di canapa

La startup francese Qairos Energies ha dichiarato che investirà quasi 18,8 milioni di euro (23 milioni di dollari) nella struttura pianificata basata sulla canapa che convertirà la canapa coltivata localmente in idrogeno e metano.

Con sede a Mareil-en-Champagne, Qairos ha affermato che la produzione di idrogeno sarà convertita in elettricità per celle a combustibile per autobus e treni. L'impianto produrrà anche metano per Gaz Réseau Distribution France, il distributore esclusivo di gas naturale in Francia e il più grande distributore in Europa.

Pirogassificazione per energia a base di canapa

L'impianto, che sarà situato a Trangé, vicino a Le Mans, nel nord-ovest della Francia, si basa sulla tecnologia di pirogassificazione, un'alternativa all'elettrolisi. Pirogassificazione consiste nel riscaldare biomassa ad alte temperature in presenza di una piccola quantità di ossigeno, che converte il materiale in gas e contemporaneamente produce CO2 e calore. Il processo senza sprechi elimina il catrame che risulta da alcuni metodi di raffinazione.

Pirogassificazione per energia a base di canapa
Pirogassificazione per energia a base di canapa (AFB.)

Qairos ha detto che era locale hennep acquisterà entro un raggio di 35 chilometri dalla sua struttura di Trangé, con i membri di Fermiers de Loué, una cooperativa agricola, che forniscono la biomassa. L'azienda ha condotto test sulla canapa nel 2020 come parte della creazione di processi di industrializzazione e sviluppo. Qairos ha detto che alla fine richiederà la canapa di 1.000 acri per le operazioni complete.

Accesso alla rete energetica

La struttura di 3.500 metri quadrati e 9 metri di altezza dispone di prese d'aria alte 15 metri e si trova su un terreno industriale totale di 23.000 metri quadrati. Il permesso di costruzione della società e altri permessi le consentono di iniettare metano sintetico nella rete energetica francese.

L'impianto avrà una capacità produttiva massima di 3,6 tonnellate di idrogeno al giorno, ma la società ha affermato che il suo obiettivo è produrre circa 2 tonnellate di idrogeno al giorno e 200 metri cubi di metano. Qairos ha affermato che per gestire la nuova struttura saranno necessari dai 25 ai 30 dipendenti.

Kévin Collet, direttore associato di Qairos, ha affermato che mentre la pirogassificazione è già ben consolidata in Europa, l'introduzione della canapa con base nella catena di produzione è un'innovazione.

Il progetto ha ricevuto il sostegno della banca d'investimenti Bpifrance e della regione Pays de la Loire e continua a cercare finanziamenti tramite KPMG.

Le fonti includono Benzinga (EN), Cannabis Times (EN), Macchia di canapa (EN), Canapa Oggi (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento