Casa la Cannabis Weed at work: consigli e diritti per i pazienti con cannabis terapeutica

Weed at work: consigli e diritti per i pazienti con cannabis terapeutica

porta Ties Inc.

I pazienti medici in Canada hanno avuto accesso ai prodotti a base di cannabis per più di un decennio. Le nuove leggi che consentono l'uso degli adulti, sia medico che ricreativo, hanno spinto i datori di lavoro ad aggiungere clausole sulla cannabis alle loro politiche sulla disabilità.

Queste clausole generalmente vietano l'uso di cannabis sul lavoro. Ma cosa succede se usi la cannabis a scopo terapeutico? Il consulente delle risorse umane e fondatore di High Values ​​HR Erin Gratton, offre una panoramica dei diritti che i pazienti con cannabis terapeutica hanno sul lavoro. Condivide anche suggerimenti e trucchi per parlare con il tuo capo dell'uso della cannabis medica.

Diritti e doveri dei dipendenti

I datori di lavoro hanno il dovere di fornire ai pazienti autorizzati a utilizzare cannabis medicinale un posto di lavoro dedicato quando necessario. Proprio come chiunque altro su un farmaco da prescrizione. I datori di lavoro devono adattarsi alla situazione sanitaria del dipendente, a meno che ciò non sia dannoso per le normali attività all'interno dell'azienda. Se incontri ostacoli dovuti alla tua salute durante il tuo lavoro, sta a te rivolgerti al tuo capo o al dipartimento delle risorse umane per pensare insieme a te. Tuttavia, la condivisione dei dati medici è spesso un ostacolo per i dipendenti. Gratton: "Fortunatamente, spesso non ci si aspetta che tu riveli tutte le tue questioni di salute personale". Gratton consiglia di visitare la Commissione canadese per i diritti umani per ulteriori informazioni sulle domande che il tuo capo può e non può fare su questioni mediche.

Mantenere la documentazione e l'autorizzazione aggiornate

Alcuni contratti di lavoro contengono clausole che richiedono la divulgazione obbligatoria o volontaria di determinate informazioni mediche, in particolare in posizioni sensibili alla sicurezza. Gratton raccomanda di porre domande durante il controllo di determinati documenti di lavoro e lo svolgimento di un dialogo aperto sulla politica di un'azienda. La cosa più importante è che puoi provare che ti viene prescritta la cannabis e che sei autorizzato a usarlo per reclami medici. L'autodiagnosi non è apprezzata dalla maggior parte dei datori di lavoro. Pertanto, assicurarsi sempre di mantenere aggiornata la documentazione del proprio medico.

Discutilo con il tuo manager o capo

Rilasciare informazioni sulla salute può essere difficile in un ambiente di lavoro e soprattutto quando si parla di una droga stigmatizzata come la cannabis. La maggior parte dei datori di lavoro ha una politica standard. È quindi sempre bene inoltrare formalmente richiesta scritta e aderire ai processi interni. Prova a superare le barriere esistenti e ad articolare correttamente ciò di cui hai bisogno dal tuo datore di lavoro. Molti manager sono spesso ignari dei diritti della cannabis medica. Ai dipendenti può essere chiesto con quale frequenza dovrebbero assumere i farmaci ea che ora. Potrebbe anche essere chiesto il metodo di consumo desiderato, come fumare, svapare o altri metodi di ingestione. Ad esempio sotto forma di olio di cannabis. Spesso alle persone viene anche chiesto da dove viene la cannabis. Non tutta la cannabis è autorizzata per l'uso come medicinale. A volte non soddisfa i severi requisiti dell'erba medicinale e quindi non è riconosciuta nonostante il tuo stato medico.

Uso di cannabis al lavoro

Quando tutto sarà stato approvato e il tuo datore di lavoro accetterà l'uso medico sul lavoro, ovviamente dovrai ancora trattare con i tuoi colleghi. Per loro non sarà la cosa più naturale del mondo. Quindi tienilo a mente quando ti si rivolge o quando ci sono persone che non capiscono immediatamente. Cerca di affrontarlo nel miglior modo possibile. Gratton consiglia di testare prima la cannabis medicinale a casa. Soprattutto se sei nuovo alla cannabis, può avere effetti imprevedibili. Preferiresti non sperimentarlo prima sul posto di lavoro. Continua con un medico per determinare la dose e i metodi di consumo più appropriati per te. In modo che influisca il meno possibile sulle prestazioni lavorative.

Esempio di funzione del Canada

In molti modi, il mondo guarda al Canada per vedere i datori di lavoro che si prendono cura dei pazienti con cannabis terapeutica. "La sistemazione sul posto di lavoro è un processo a doppio senso, soprattutto quando si tratta di cannabis terapeutica", dice. "È importante avere un dialogo sicuro e aperto per arrivare a una comprensione comune di come possiamo creare uno spazio di lavoro sicuro e inclusivo per tutti".

Lees più op Leafly.com (Fonte, EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento