Casa Azioni e finanziari Lanciata in Europa la fiera online dei prodotti a base di cannabis

Lanciata in Europa la fiera online dei prodotti a base di cannabis

porta Ties Inc.

2022-03-10-Fiera online per i prodotti a base di cannabis lanciata in Europa

Il mercato europeo del CBD è in piena espansione, ma i consumatori sanno davvero cosa c'è nei prodotti che acquistano? Una piattaforma di scambio di prodotti a base di cannabis online mira a promuovere la qualità e la trasparenza dal negozio allo scaffale.

La CBX Stock Exchange (CBX) è stata lanciata mercoledì e ha sede a Ginevra. Questa fiera dei prodotti a base di cannabis è stata fondata da un ex banchiere e produttore di cannabidiolo. Una versione precedente della piattaforma è attiva dal 2019 e afferma già di avere circa 4.000 membri provenienti da più di 80 paesi.

Mercato online di prodotti a base di cannabis

CBX è un mercato online per acquirenti e venditori di prodotti a base di cannabis la cui sicurezza e qualità sono state certificate da un laboratorio indipendente di terze parti in Svizzera. Collega i produttori di cannabis attivi in ​​vari settori e offre il commercio di fiori di cannabis, biomassa di canapa, distillati, isolati e tinture.

La CBX afferma di essersi consultata con l'autorità sanitaria svizzera per definire standard e collaborare con un laboratorio svizzero accreditato specializzato nell'analisi dei derivati ​​della cannabis. Questo per certificare la qualità delle merci scambiate sulla piattaforma. "L'industria ha operato alla cieca per troppo tempo senza le necessarie infrastrutture, controlli di qualità e garanzie e questo deve cambiare", ha affermato Jonas, co-fondatore e CEO di CBX.

Uso ricreativo e regolamentazione della cannabis in Europa

L'uso ricreativo di canapa è illegale nella maggior parte dell'Unione Europea, ma molti paesi tollerano la vendita di fiori e foglie di CBD. I piccoli negozi che vendono prodotti a base di CBD si sono moltiplicati in tutta Europa negli ultimi anni e si prevede che il mercato raggiungerà i 2025 miliardi di euro entro il 3,2, secondo le previsioni della società di ricerca sulla cannabis Prohibition Partners.

Ma il boom del settore ha acceso polemiche. La Francia ha cercato invano di vietare i prodotti CBD. Nel novembre 2020, la Corte di giustizia europea ha stabilito che il CBD non dovrebbe essere considerato una sostanza stupefacente ai sensi del diritto dell'UE.

Mentre i governi lottano per regolamentare il settore, ai consumatori vengono fornite poche informazioni chiare sui prodotti CBD che acquistano. Un recente studio dell'Associazione svizzera dei chimici cantonali sui prodotti CBD ha rilevato che l'85% è risultato non conforme.

Controllo di qualità

Duclos, che ha usato la cannabis per due decenni per alleviare il dolore causato da una rara malattia genetica, per anni ha invitato i governi dell'UE a regolamentare il settore e stabilire standard per i test e l'etichettatura dei prodotti CBD.

Da allora non è cambiato molto, quindi Duclos sta prendendo in mano la situazione. Prima di diventare membri registrati di CBX, i candidati devono essere completamente controllati e ottenere un certificato speciale per poter operare sulla piattaforma.
Tale documento descrive la composizione del prodotto, il contenuto di tetraidrocannabinolo (THC) e terpeni – ingredienti aromatici – e conferma che è privo di contaminanti nocivi come metalli pesanti, pesticidi e batteri ed è sicuro per il consumo umano.

Il certificato può essere ottenuto dai membri in modo indipendente o tramite il partner della piattaforma, SciTec Research, un laboratorio di Losanna. CBX afferma che ora ha circa 300 prodotti online che sono stati tutti sottoposti a controlli di qualità, mentre altri 700 sono in fase di certificazione.

Lees più op Euronews.com (Fonte, EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento