Casa CBD Buon giorno di Santo Stefano! Come i pugili traggono beneficio dal CBD durante e dopo la boxe.

Buon giorno di Santo Stefano! Come i pugili traggono beneficio dal CBD durante e dopo la boxe.

porta drugsinc

Santo Stefano è un giorno festivo celebrato il giorno dopo il giorno di Natale. Ha avuto origine nel Regno Unito ed è celebrato in un certo numero di paesi che erano stati precedentemente formati nell'impero britannico. Santo Stefano è il 26 dicembre, anche se il giorno festivo o festivo allegato può verificarsi quel giorno o due giorni dopo.

In molti sport, il CBD ha ancora lo stesso status della marijuana ed è trattato come una droga illegale. Ma dopo la rimozione del CBD dall'elenco delle sostanze vietate da parte dell'Agenzia mondiale antidoping, i pugili ora non solo possono utilizzare il CBD, ma anche far parte dell'industria del CBD stesso. Non sorprende che le aziende di CBD amino costruire relazioni d'affari con i pugili e persino sponsorizzarli sul ring.

WADA apre le porte al CBD

All'inizio del 2018 è entrata in vigore la decisione della World Anti-Doping Agency (WADA) di rimuovere il CBD dall'elenco delle sostanze vietate. Sebbene ispirato in parte dalla decisione del combattente MMA Nate Diaz di svapare il CBD in una conferenza stampa, molti fattori hanno avuto un ruolo.

A quel tempo, Diaz ha parlato dell'aiuto del CBD con "il processo di guarigione e l'infiammazione". Giocatori della NFL come Eugene Monroe hanno rivelato di essersi rivolto al CBD e ad altri prodotti a base di cannabis per curare il dolore senza l'uso di farmaci da prescrizione. E la ricerca medica, che risale almeno al 1998, ha dimostrato che il CBD e il THC possono aiutare a limitare gli effetti di lesioni cerebrali traumatiche.

CBD e trauma cranico

Dato che la lesione cerebrale traumatica è una delle lesioni più importanti nel pugilato, non sorprende che anche i pugili si facciano avanti per supportare sia il CBD che il THC come agenti curativi.

In particolare, la ricerca iniziale ha dimostrato che il CBD e il THC possono svolgere un ruolo "nel limitare i danni neurologici" da tali lesioni. E queste sostanze possono anche aiutare con ulteriori "disturbi neurodegenerativi", come il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson e la demenza da HIV. "

Una delle forme più gravi di lesione cerebrale traumatica è l'encefalopatia traumatica cronica, una condizione alla quale i calciatori e pugili sono particolarmente sensibili a causa dell '"accumulo di numerose commozioni cerebrali". I pugili hanno condiviso storie autonome di guarigione e aiuto dalle combinazioni di CBD e THC. Ma il CBD da solo è stato anche una fonte di guarigione secondo molti atleti.

I pugili abbracciano il CBD

Sebbene i giocatori della NFL debbano ancora aspettare fino a quando non si ritireranno per l'uso di tali sostanze, la decisione distintiva della WADA, seguita dalla Farm Bill 2018, ha offerto ai pugili l'opportunità di sfruttare il CBD. Anche due pugili che erano già a favore del CBD, Teofimo Lopez e Shannon Briggs, hanno beneficiato del settore stesso.

Teofimo Lopez è un giovane pugile che è diventato professionista nel 2016 dopo aver vinto il Golden Gloves Championship nel 2015. Lopez afferma che il CBD aiuta a velocizzare il recupero durante l'allenamento e dopo i combattimenti. Usa sia la crema attiva che l'olio di CBD orale. Lopez sostiene il CBD come un modo per ridurre l'uso di oppioidi. Nel 2018, Lopez è stata sponsorizzata da Green Roads, un'azienda di prodotti CBD.

Shannon Briggs ha cercato di portare le cose oltre. Nel 2014, dopo una grave perdita seguita da un aumento di peso, Briggs è tornato alla ribalta, indicando il CBD come elemento chiave del suo ritorno. Come Lopez, Briggs vedeva il CBD come un'alternativa agli oppioidi e voleva diffonderlo. Ma ha deciso di andare avanti fondando la sua azienda ChampRX.

Sebbene una linea di prodotti fosse prevista nel 2018, il progetto non ha avuto successo, anche se non è chiaro il motivo. È stata annunciata una joint venture con Corix Bioscience Inc. (OTCMKTS: CXBS) e alcuni prodotti potrebbero essere stati rilasciati. Ma il dominio ChampRX è in vendita ora, così come il sito di Shannon Briggs, e mentre Briggs è visibile su Twitter, sia la sua carriera di pugile che quella di CBD sembrano essere in attesa.

Aziende di CBD che sponsorizzano i pugili

Se Briggs fosse tornato sul ring, sarebbe stato sponsorizzato sia dalla sua compagnia che da Corix. Anche se questo deve ancora accadere, un'altra azienda di CBD sta ora sponsorizzando più pugili campioni. Diamond CBD, una consociata interamente controllata di PotNetwork Holdings Inc (OTCMKTS: POTN) sta attualmente aumentando la sua visibilità sul ring sostenendo gli sforzi di pugili come Jessie "El Peligroso" Magdaleno. A marzo, Magdaleno è tornato sul ring per sconfiggere Rico Ramos e vincere il titolo NABF dei pesi piuma come visto su ESPN.

Questa è stata la prima vittoria di Magdaleno dal passaggio dal peso gallo al peso piuma nel 2018. Kevin Hagen, CEO di PotNetwork Holdings, è stato comprensibilmente soddisfatto della vittoria, sottolineando che se il CBD è "abbastanza potente per chiunque arrivi sul ring, così come fare miracoli nell'affrontare il dolore quotidiano. "

Diamond CBD sponsorizza anche Blair “The Flair” Cobbs, che ha recentemente vinto il titolo Junior NABF welter dopo aver sconfitto Ferdinand Kerobyan. Inoltre, Diamond CBD sponsorizza Denver "The Excitement" Cuello che ha vinto il titolo dei pesi gallo della Asia Boxing Federation in una lotta con Jack Amissa. Sembra che Diamond CBD stia costruendo una dinastia di boxe!

CBD e boxe: una partita forte

Il CBD e il pugilato sono chiaramente una partita forte e, proprio mentre l'industria del CBD sta crescendo, ci si può aspettare che anche il suo rapporto con i pugili crescerà. Data la capacità del CBD di aiutare con una varietà di problemi di salute incontrati dai pugili, sempre più combattenti saranno attratti dal loro uso. E poiché le società di CBD continueranno a lottare per una maggiore visibilità sul mercato, molti di questi combattenti verranno opportunamente sponsorizzati.

Continua a leggere, tra gli altri Medio.

Articoli correlati

Lascia un Commento