Casa la Cannabis I legislatori messicani assicurano che la legge sulla cannabis sarà approvata entro la fine di quest'anno

I legislatori messicani assicurano che la legge sulla cannabis sarà approvata entro la fine di quest'anno

porta drugsinc

I legislatori messicani assicurano che la legge sulla cannabis sarà approvata entro la fine di quest'anno

I legislatori messicani continuano a garantire che la legge sulla cannabis, a lungo ritardata, sarà approvata entro la fine di dicembre di quest'anno, quando scadrà il suo mandato attuale. Nel frattempo, gli attivisti stanno cercando di prendere in mano la situazione proponendo regolamenti per il consumo di erba nelle aree pubbliche.

Lunedì scorso, il presidente del Senato Ricardo Monreal Avila del partito Morena al governo ha dichiarato che lui e i suoi colleghi hanno concordato in una riunione del Consiglio di coordinamento politico di dare priorità alla legge sulla cannabis e che intendono approvarla il mese prossimo.

Ma questa non è la prima volta che il politico ha espresso l'intenzione di andare avanti con la legislazione.

Il mese scorso, Monreal ha dichiarato in una dichiarazione che la legalizzazione porterebbe alla sospensione delle registrazioni per le persone accusate di reati minori relativi alla cannabis e che la cannabis potrebbe generare entrate fiscali per 1,1 miliardi di dollari.

A settembre, il senatore Julio Ramon Menchaca Salazar ha dichiarato in una sessione plenaria che la legge sulla cannabis sarebbe stata finalizzata nel prossimo periodo di sessioni legislative, dopo che la Commissione sanitaria aveva discusso il disegno di legge.

Attivisti propongono regole "sociali" per fumare negli spazi pubblici messicani

Il 4 novembre, il noto gruppo di attivisti Plantón 420 ha organizzato una manifestazione pacifica che ha coinvolto attivisti della cannabis dalla Corte Suprema al Congresso in Messico corse a ricordare ai legislatori che i loro diritti non sono ancora rispettati.

“A livello federale, non abbiamo ancora una risposta alle nostre quattro richieste fondamentali in materia di diritti umani. Quindi ci ricordiamo di continuare a esercitare liberamente il nostro diritto di protesta pacifica, coltivare in silenzio e fumare come abbiamo fatto dal 2019", si legge in una recente dichiarazione del gruppo.

Il gruppo d'azione ha spiegato che senza modificare la legge sulla cultura civile, la polizia in città del Messico chiunque usi cannabis può essere arrestato, nonostante la Corte Suprema dichiari che l'uso di cannabis non è un reato penale.

La dichiarazione cita anche come il consumo di cannabis sia “più scandaloso” a livello sociale, pur avendo proprietà mediche ed essendo meno pericoloso del tabacco.

“Otteniamo questo trattamento ingiusto e poco dignitoso dalla legge, e semplicemente perché alla gente non piace l'odore della pianta o l'idea di consumarla, così come gli stigmi e i pregiudizi di uno 'sballo che si sballa' e non perché la persona viola i suoi diritti”.

Plantón 420 ha proposto le seguenti otto linee guida per un uso responsabile della cannabis negli spazi pubblici:

  • Promuovere l'uso responsabile della cannabis per ridurre lo stigma negativo che circonda i consumatori di cannabis
  • Utilizzare aree fumatori designate come aree di consumo di tabacco
  • Non fumare vicino a bambini o campi da gioco
  • Fai attenzione alle emissioni di fumo per non disturbare gli altri
  • Nessuna vendita o acquisto di cannabis in luoghi pubblici
  • Non gettare residui di cannabis sul pavimento e mantenere pulite le aree di consumo
  • Non aspettarti che le persone condividano o regalino la cannabis
  • Usa l'avambraccio per coprirti la bocca quando tossisci in una stanza di consumo

Dal 2018, la Corte Suprema ha dichiarato l'uso di cannabis un diritto umano e ha chiesto ai legislatori di emanare una legge, un processo che ha già mancato diverse scadenze.

Al posto della legislazione legale sulla cannabis, i ministri hanno modificato gli articoli del General Health Act per revocare il divieto amministrativo sulla cannabis e hanno emesso una dichiarazione di incostituzionalità il 15 luglio.

Uno dei cambiamenti è che attualmente i cittadini messicani devono ottenere un permesso dalla Commissione federale per la protezione dei rischi sanitari (COFEPRIS) e in caso contrario verranno arrestati e perseguiti.

Fonti come MarijuanaMoment (EN), Testa di Babbano (EN), PhoenixNewTimes(EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento