Casa la Cannabis L'"effetto entourage" della cannabis è reale, dicono gli scienziati

L'"effetto entourage" della cannabis è reale, dicono gli scienziati

porta drugsinc

2021-09-20 - L'"effetto entourage" della cannabis è reale, dicono gli scienziati - cover.jpg

Molte persone scarterebbero l'"effetto entourage" come una campagna di marketing per promuovere la cannabis. Ma un nuovo studio ha scoperto che l'effetto è fondamentale per come la cannabis può fornire sollievo dal dolore e svolgere un ruolo enorme nell'efficienza con cui la cannabis fornisce tale sollievo.

Ricercatori del Università dell'Arizona Health Sciences condotto la ricerca. Hanno scritto in un comunicato stampa che la presenza di un effetto entourage era stato "un mistero irrisolto".

Fino ad ora allora.

I ricercatori scrivono che "hanno trovato prove che favoriscono la teoria dell'effetto entourage e posizionano i terpeni della cannabis, la parte della pianta che conferisce gusto e aroma, come un nuovo promettente agente per le terapie del dolore che richiedono dosi più basse e causano meno effetti collaterali".

Qual è l'effetto entourage?

I terpeni sono composti aromatici che si trovano in molte piante diverse, compresi frutti e fiori. Forniscono il profumo di varie piante, come pino, menta e agrumi. Sono il componente base degli oli essenziali.

La pianta di cannabis produce terpeni, oltre a molti diversi tipi di cannabinoidi. Questi ultimi includono CBD (cannabidiolo) e (THC) tetraidrocannabinolo. Il THC è la componente psicoattiva della cannabis.

Si ritiene che il THC causi lo sballo da solo. Tuttavia, la combinazione con i terpeni - l'effetto entourage - aumenta l'efficacia della cannabis per ridurre il dolore e non causa ulteriori effetti collaterali negativi, mostra il nuovo studio.

Nello studio, i ricercatori hanno scritto: "I nostri risultati suggeriscono che questi terpeni di cannabis sono ligandi cannabimimetici multifunzionali che forniscono supporto concettuale per l'ipotesi dell'effetto entourage e potrebbero essere utilizzati per migliorare le proprietà terapeutiche dei cannabinoidi".

Terpeni testati da soli e in combinazione con i cannabinoidi

Il ricercatore ha usato topi per testare l'efficacia dei terpeni da soli e in combinazione con i cannabinoidi nel ridurre il dolore. Hanno scoperto che i terpeni da soli imitano l'azione dei cannabinoidi.

quando rilevabile per esempio, entrando nel corpo, si lega a un recettore dei cannabinoidi (di solito il recettore più abbondante, CB1R). Da soli, tutti e quattro i tipi di terpeni testati dai ricercatori hanno fatto la stessa cosa. Hanno anche portato, sempre da soli, a una ridotta sensibilità al dolore nei soggetti, una scoperta notevole di per sé.

Tuttavia, quando i ricercatori hanno trattato i topi con una combinazione di terpeni e cannabinoidi, hanno scoperto che i soggetti sperimentavano una riduzione ancora maggiore del dolore.

dott. John Streicher, il ricercatore principale dello studio, ha dichiarato nel comunicato stampa che i risultati “erano inaspettati in un certo senso. Era la nostra prima ipotesi, ma non ci aspettavamo necessariamente che i terpeni, questi semplici composti presenti in più piante, producessero effetti simili ai cannabinoidi".

Streicher ha affermato che il suo obiettivo a lungo termine è utilizzare i terpeni in combinazione con cannabinoidi o oppioidi per ottenere gli stessi livelli di sollievo dal dolore con dosi più basse di farmaci e minori effetti collaterali.

Le fonti includono GreenEntrepreneur (EN), Scienze della salute (EN), Scientific Reports (EN), WorldTodayNews (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento