L'università tailandese produce un rivestimento antimicrobico di CBD per le fragole

porta Squadra Inc.

fragole-rivestimento-antimicrobico-cbd

Per prolungare la durata di conservazione delle fragole, i ricercatori dell'Università Thammasat in Thailandia hanno incorporato il cannabidiolo (CBD), un composto non allucinogeno della cannabis, in un rivestimento commestibile e antimicrobico che rallenta il processo di decomposizione.

Lo afferma un rapporto pubblicato su ACS Applied Materials & Interfaces dall'American Chemical Society. Una possibile nuova applicazione di questo cannabinoide.

Il CBD si mantiene fresco

Il cannabidiolo è popolare per i suoi potenziali effetti terapeutici, ma questo cannabinoide ha anche proprietà antiossidanti e antimicrobiche. In studi precedenti, ha limitato la crescita di alcuni batteri e funghi che causano malattie, come i funghi che fanno marcire frutta e verdura fresca.

Tuttavia, il composto oleoso deve essere distribuito uniformemente in acqua prima di poter essere ampiamente incorporato negli alimenti o utilizzato per la conservazione degli alimenti. Un modo possibile per farlo è incapsulare le molecole in polimeri commestibili. I ricercatori hanno esaminato se un rivestimento alimentare a base di nanoparticelle piene di CBD potesse promuovere l'attività antimicrobica ed estendere la freschezza delle fragole.

De ricercatori CBD incapsulato in poliglicolide, un polimero biodegradabile utilizzato nella somministrazione di farmaci. Hanno mescolato le nanoparticelle più stabili, contenenti il ​​20% di CBD in massa, con alginato di sodio in acqua. Le fragole sono state quindi immerse in soluzioni contenenti quantità variabili di nanoparticelle prima di una seconda immersione in una miscela di acido ascorbico e cloruro di calcio per trasformare il rivestimento incolore in un gel.

Le fragole non trattate e quelle trattate sono state quindi poste in contenitori di plastica aperti a temperatura di frigorifero. Dopo 15 giorni, i campioni trattati con CBD sono maturati e sono marciti molto più lentamente rispetto ai campioni non trattati, probabilmente a causa della ridotta crescita microbica.

Il rivestimento con le nanoparticelle più ricche di CBD ha mantenuto il colore rosso scuro del frutto, ha potenziato maggiormente la loro attività antiossidante e ha mostrato la massima protezione antimicrobica durante la conservazione. Ciò suggerisce che questo trattamento porta alla durata di conservazione più lunga. I ricercatori affermano che i loro risultati mostrano che il CBD incapsulato può essere utilizzato per creare un rivestimento antimicrobico incolore.

Fonte: packagingeurope.com (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento

[adrotate banner = "89"]