Casa Legislazione e legalizzazione La Tailandia aggiunge estratti di cannabis a basso dosaggio e di canapa all'elenco di marijuana medica approvata

La Tailandia aggiunge estratti di cannabis a basso dosaggio e di canapa all'elenco di marijuana medica approvata

porta drugsinc

La Thailandia aggiunge estratti di cannabis e canapa a basso contenuto di cannabis alla sua lista di marijuana medica approvata

Bangkok, Thailandia - Per promuovere lo sviluppo di prodotti a base di marijuana medica, lo stato thailandese delle Nazioni Unite ha rimosso la cannabis di bassa qualità e gli estratti di canapa dalla sua lista dei narcotici vietati, hanno detto i funzionari. Sono ammessi semi di canapa e derivati ​​del petrolio.

La Thailandia ha legalizzato la marijuana medica l'anno scorso.

"L'intenzione è di consentire estratti per medicinali, cosmetici e alimenti e di sostenere la canapa tra le altre cose a causa degli interessi", ha detto ai giornalisti Tares Krassanairawiwong, segretario generale della Food and Drug Administration in Thailandia.

"Fino ad ora, solo gli ospedali e le strutture di ricerca erano autorizzati a richiedere i permessi per sviluppare estratti di cannabis medica, ma le aziende vedono un'opportunità", ha detto Reuters.

Gli estratti di CBD di cannabis e piante di canapa contenenti meno dello 0,2% di THC sono stati rimossi dal programma dei narcotici di categoria 5, secondo un regolatore thailandese.

Secondo i termini del Thailand's Measure for Suppressing Narcotic Offenders Act, che è simile all'attuale sistema federale di pianificazione delle droghe degli Stati Uniti, la categoria 5 include funghi psichedelici, cannabis e kratom. I reati di droga di categoria 5 possono essere puniti con fino a 15 anni di carcere e multe fino a 1,5 milioni di baht (45.000 euro).

Secondo Tares, l'integrazione verticale per la cannabis è limitata a cinque anni per i produttori nazionali con un permesso per proteggere l'industria emergente. Tuttavia, sono attualmente in corso lavori per rivedere le norme che consentirebbero alle imprese di richiedere le autorizzazioni.

Più di 334 sono già stati rilasciati, principalmente a ospedali e autorità sanitarie, secondo il sito web di FDA Thailand.

Maggiori informazioni su Forbes (EN, Bron) e Bangkok Post Bron)

Articoli correlati

Lascia un Commento