Casa la Cannabis La Thailandia è il primo paese asiatico a depenalizzare la cannabis ricreativa

La Thailandia è il primo paese asiatico a depenalizzare la cannabis ricreativa

porta Ties Inc.

2021-01-29-La Thailandia è il primo paese asiatico a depenalizzare la cannabis ricreativa

Dopo che la Thailandia è diventata il primo paese del sud-est asiatico a legalizzare la cannabis medica nel 2018, diventerà il primo paese asiatico a depenalizzare la cannabis ricreativa per uso personale.

La scorsa settimana, la Thai Drug and Food Administration ha proposto di rimuovere la marijuana da un elenco di droghe controllate all'Office of the Narcotics Control Board (ONCB). La scorsa settimana, il ministro della Salute Anutin Charnvirakul ha annunciato che l'ufficio narcotici ha approvato la rimozione della cannabis dall'elenco del ministero delle droghe controllate.

Cannabis per uso personale

In base al nuovo regolamento, le persone potranno coltivare piante di cannabis in casa per uso personale previa notifica alle autorità locali. Tuttavia, la marijuana utilizzata per scopi commerciali richiede ulteriori licenze.

A seguito delle modifiche apportate nel 2020 per legalizzare la cannabis medica, i legislatori hanno rimosso la maggior parte della pianta di cannabis dall'elenco delle droghe controllate di categoria 5, ad eccezione di semi e fiori. Anche questi verranno rimossi da questo elenco nel prossimo futuro.

Poiché il nuovo quadro normativo non consente estratti di THC superiori allo 0,2%, la disposizione ha confuso il pubblico. Tuttavia, gli esperti hanno affermato che gli "estratti di THC" sono derivati ​​realizzati con determinati metodi di preparazione come hashish, tinture e concentrati di THC. La cannabis continua ad essere consentita per scopi medicinali e industriali. La depenalizzazione della marijuana consente alle persone di consumare cannabis ad alto contenuto di THC.

Ulteriore regolamentazione dell'industria della cannabis

Nel frattempo, il ministero della Salute presenterà al parlamento un altro disegno di legge per fornire dettagli per regolare vari aspetti del settore, tra cui la produzione e l'uso commerciale.

Dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Reale ufficiale, il regolamento entrerà in vigore dopo 120 giorni. Il vice primo ministro Wissanu Krea-ngam ha avvertito che le modifiche riguardano l'uso di specifici prodotti a base di cannabis e che il disegno di legge deve ancora essere convertito in legge definitiva. Appena il legge approvato, il re lo firmerà e le modifiche entreranno in vigore intorno ad aprile 2022.

Secondo il sito web di notizie locale Thiger, la FDA thailandese ha anche in programma di lanciare un cosiddetto "Cannabis Sandbox", uno schema di ingresso per attirare turisti e appassionati di cannabis. Questa disposizione consentirebbe a turisti e viaggiatori zaino in spalla genitori di età superiore ai 20 anni di consumare cannabis in aree autorizzate. Il governo dovrebbe tenere un'audizione pubblica sul programma di viaggio della cannabis il prossimo mese. La cannabis ha una lunga storia nel sud-est asiatico. È stato usato come ingrediente alimentare, nella medicina tradizionale e come fonte di fibre.

Lees più op forbes.com (Fonte, EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento