Casa la Cannabis La cannabis aiuta con l'ADHD?

La cannabis aiuta con l'ADHD?

porta Ties Inc.

2022-06-03-La cannabis aiuta con l'ADHD?

Per qualcuno con disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), la vita può sembrare che tutto stia accadendo in una volta. Come dice Edward Hallowell, MD, l'ADHD è "come essere sempre super-caricato. Ti viene un'idea e devi metterla in pratica, ma prima di aver finito hai un'altra idea".

Questa tendenza ad andare in direzioni diverse può creare un senso di tumulto interiore o panico, rendendo difficile concentrarsi o stabilire le priorità. Mentre una serie di terapie comportamentali e farmaci possono aiutare a gestire la condizione, la cannabis sta guadagnando costantemente l'attenzione come trattamento alternativo. Ci sono prove che la cannabis possa alleviare o controllare i sintomi della condizione?

Cos'è l'ADHD?

L'ADHD è un disturbo del neurosviluppo ed è il disturbo comportamentale più comunemente diagnosticato nei bambini. Sebbene i bambini possano superare l'ADHD, la condizione può persistere nell'età adulta in un terzo di queste persone.

Il numero di individui a cui è stata diagnosticata la condizione è aumentato rapidamente negli ultimi decenni. Negli anni '2007, a un bambino americano su 2016 fu diagnosticato l'ADHD. Oggi, quel numero è di circa uno su nove. Anche il tasso di ADHD negli adulti è aumentato del 123% tra il 2,58 e il XNUMX. Circa il XNUMX% degli adulti ha l'ADHD.

L'ADHD viene diagnosticato dalla presenza di sintomi di disattenzione e iperattività o impulsività. Il processo di diagnosi per adulti e adolescenti di età pari o superiore a 17 anni è leggermente diverso da quello per i bambini, ma i sintomi monitorati dai medici rimangono gli stessi:

  • Non prestare molta attenzione ai dettagli o commettere errori negligenti nei compiti, nel lavoro o in altre attività
  • Difficoltà a mantenere l'attenzione sui compiti o sulle attività di gioco
  • Non ascolta quando si parla direttamente
  • Mancata osservanza delle istruzioni e mancato completamento dei compiti scolastici, delle faccende domestiche o del posto di lavoro
  • Difficoltà nell'organizzazione di compiti e attività
  • Una riluttanza a partecipare a compiti che devono essere eseguiti in un periodo di tempo (come un progetto a lungo termine)
  • Perdere le cose necessarie per compiti e attività, ad esempio materiale scolastico, strumenti, scartoffie, telefoni cellulari
  • essere distratto
  • Ho dimenticato le cose

    I sintomi di iperattività e impulsività possono includere:
  • Agitarsi, picchiettare con le mani o con i piedi
  • Muoversi o essere irrequieti in situazioni in cui sarebbe opportuno rimanere fermi
  • Difficoltà a giocare in silenzio o a partecipare ad attività
  • Parlare eccessivamente
  • Cancella una risposta prima che venga posta una domanda
  • Difficile aspettare in coda o aspettare il tuo turno
  • Interruzione o intrusione (ad esempio, irruzione in conversazioni)

Tuttavia, le persone con ADHD spesso sottolineano che il disturbo non è solo un insieme di sintomi. Invece, può anche essere un modo unico di vivere la vita. Sebbene l'ADHD ponga diverse sfide, la diagnosi del disturbo da parte di alcuni crede che abbia benefici speciali, come energia illimitata, creatività e interesse per diversi argomenti.

Perché le persone con ADHD usano la cannabis?

I medici che diagnosticano l'ADHD generalmente prescrivono terapia comportamentale, farmaci o entrambi. Il trattamento può includere stimolanti, come Adderall e Ritalin, o non stimolanti, come Clonidina o Guanfacine. Gli stimolanti vengono generalmente prescritti per primi e, se non funzionano, si possono provare i non stimolanti. Tuttavia, per alcuni genitori di bambini con ADHD (e alcuni adulti), questo approccio terapeutico non produce i risultati desiderati o può causare effetti collaterali indesiderati.

Ad esempio, in uno studio, il 21% dei genitori ha smesso di somministrare ai propri figli farmaci per l'ADHD a causa di effetti collaterali psicologici o per la percezione che il farmaco non funzionasse. La terapia comportamentale può anche essere limitata nei suoi risultati, poiché non cambia i sintomi dell'ADHD, ma insegna le abilità per gestire più facilmente la condizione. Inoltre, entrambi i metodi di trattamento possono essere costosi.

Invece di queste medicine convenzionali, sempre più persone stanno optando per automedicazione con la cannabis. Sfortunatamente, la ricerca sulla cannabis come trattamento per l'ADHD è scarsa. Al momento non ci sono dati clinici solidi per supportare chiaramente l'idea che la cannabis sia terapeutica per l'ADHD. Tuttavia, la mancanza di dati clinici non significa necessariamente che non aiuti.

Prove aneddotiche

Casi di studio, sondaggi e rapporti aneddotici suggeriscono spesso che la cannabis può aiutare con ansia, disturbi del sonno o concentrazione. Ad esempio, un sondaggio su 401 thread di forum online sull'ADHD e la cannabis ha rilevato che il 25% (99 post) degli intervistati credeva che la cannabis migliorasse l'ADHD o i suoi sintomi. Al contrario, l'8% pensava che fosse dannoso (31 post). Il 19% riteneva che fosse sia terapeutico che dannoso (2 messaggi) e il XNUMX% condivideva che non influiva sulla loro condizione.

In che modo diversi cannabinoidi e terpeni possono influenzare l'ADHD?

Una nuova ricerca suggerisce che diversi cannabinoidi, o combinazioni di cannabinoidi e terpeni, possono fornire benefici terapeutici alle persone con ADHD. Questi risultati suggeriscono che l'uso della cannabis per trattare i sintomi dell'ADHD è sfumato.

Una combinazione di THC e CBD

In uno dei pochi studi clinici randomizzati sulla cannabis per adulti con ADHD, i ricercatori hanno somministrato ai partecipanti uno spray Sativex, una forma farmaceutica di cannabis contenente parti uguali di THC e CBD, per sei settimane. I ricercatori hanno misurato due risultati: l'esito primario si è concentrato sulle prestazioni e sull'attività cognitive durante un'attività di venti minuti. L'esito secondario si è concentrato su iperattività, inibizione e vigilanza.

I ricercatori hanno scoperto che lo spray non ha influenzato negativamente le prestazioni cognitive dei partecipanti. Tuttavia, Sativex ha portato a un miglioramento degli esiti secondari, con una riduzione dell'iperattività, una sensazione più riposata per inibire il comportamento, la capacità di regolare le emozioni più facilmente e una maggiore attenzione. I ricercatori hanno suggerito che questi miglioramenti potrebbero essere dovuti al fatto che sia il THC che il CBD possono alleviare l'ansia.

Uno studio su bambini in Israele ha anche scoperto che una combinazione di CBD alto e THC basso (in un rapporto di 20:1) aiutava a gestire l'iperattività, l'insonnia e l'ansia. Sebbene questo studio si sia concentrato su 53 bambini con diagnosi di disturbo dello spettro autistico (ASD), il disturbo condivide i sintomi chiave con l'ADHD, come difficoltà di concentrazione, impulsività, insonnia e iperattività. Tra il 50-70% delle persone con ASD viene diagnosticato anche l'ADHD. Alcuni esperti ritengono che ADHD e ASD cadano entrambi sullo stesso continuum.

I ricercatori hanno scoperto che il 68,4% dei bambini ha sperimentato un miglioramento dei sintomi di iperattività, il 71,4% ha iniziato a dormire meglio e il 47,1% ha avuto una riduzione dei sintomi di ansia. Tuttavia, in una piccola percentuale di bambini, questi sintomi sono peggiorati.

CBD (cannabidiolo) per l'ADHD

In una revisione sistematica del 2020, i ricercatori hanno assegnato al CBD una raccomandazione di "Grado B" per supportarne l'uso nel trattamento dei sintomi legati all'ADHD, il che significa che esiste un livello moderato di prove a sostegno del suo uso.

Attualmente è in corso anche una sperimentazione clinica sull'uso di olio ricco di CBD per l'ADHD. Secondo la proposta di ricerca, lo studio mira a scoprire di più su come il cannabinoide influenzi i sintomi dell'ADHD, affermando che "i dati sugli effetti dell'uso dell'estratto di cannabis ricco di cannabidiolo per l'ADHD sembrano promettenti, ma sono ancora limitati".

Fonte: leafly.com (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento