Casa la Cannabis La cannabis influisce sui tuoi sogni?

La cannabis influisce sui tuoi sogni?

porta drugsinc

La cannabis influisce sui tuoi sogni?

Per alcuni di noi, un normale berretto da notte alle erbe rende molto più facile addormentarsi e secoli di prove aneddotiche confermano l'utilità della cannabis come aiuto per dormire. L'antica farmacologia cinese combinava il fiore di cannabis con la datura per creare l'elegantemente chiamato "polvere per dormire astuta" o shui sheng san. La medicina occidentale sta recuperando terreno con la crescente ricerca sulla cannabis prima di andare a letto.

Ma che dire degli effetti della cannabis sui sogni? Se hai già molta familiarità con l'erba, probabilmente sai che i periodi di uso intenso diminuiranno, se non del tutto, la tua immaginazione notturna. Viceversa, vediamo spesso che periodi di astinenza da cannabis possono far fallire di nuovo i bizzarri sogni.

Allora che ne dici di questo? Come e perché la cannabis influisce sulla fase del sonno del sogno e dovresti preoccuparti?

Come sogni

Il ciclo sonno-veglia consiste in quattro fasi che si ripetono più volte durante una notte tipica. La fase 1 è la fase di sonno più leggera e più breve e occupa solo il 5% del ciclo totale. Lo stadio 2 segnala un'accelerazione in un sonno più profondo, con frequenza cardiaca e calo della temperatura. Circa il 50% del sonno si verifica nella fase 2.

La fase 3 è la fase più profonda del sonno. Svegliarsi durante questa fase ti lascerà sonnolento e handicappato cognitivo per un'ora. La riparazione e la crescita dei tessuti avvengono nella fase 3, insieme al rafforzamento del sistema immunitario.

La quarta fase è il sonno REM o il sonno da sogno. REM si riferisce al movimento rapido degli occhi, che si verifica durante il sogno. Si sogna un massimo di circa due ore ogni notte.

Sognare: perché è così importante

Scienziati ed esperti del sonno discutono da decenni sullo scopo dei sogni. Fino a poco tempo fa, l'utilità della fase REM era in qualche modo indebolita. Negli ultimi anni, il guru del sonno moderno Dr. Tuttavia, Matthew Walker insieme ad altri esperti sottolinea l'importanza del sonno REM, confermando che questo sonno da sogno è fondamentale per il tuo benessere e le tue prestazioni.

Secondo Walker, il sonno REM rimuove le parti dolorose associate a episodi traumatici o emotivi vissuti durante il giorno. Oltre a fornire una risoluzione emotiva, i sogni migliorano il processo creativo e le capacità di risoluzione dei problemi combinando i ricordi individuali in modi astratti e nuovi.

Il sogno gioca anche un ruolo nella formulazione di regole generali basate sulla conoscenza che il cervello ha acquisito durante il giorno. Affascinante, il sonno REM è l'unica volta in cui la noradrenalina, una molecola terrificante, viene drasticamente ridotta nel cervello.

Una ricerca condotta nel 2016 sui topi indica anche che la persistente privazione del sonno REM per 72 ore compromette la memoria spaziale. Quindi può darsi che tu abbia più problemi a trovare oggetti, o che ti imbatti in cose più velocemente e ne sia infastidito. Lo studio ha riferito che questa condizione ridotta è persistita per almeno 21 giorni dopo il ripristino del sonno REM.

"Sognare non è solo una cosa divertente che accade mentre dormiamo, ma è una parte essenziale del processo di recupero e mantenimento della memoria e dell'apparato di apprendimento", ha sottolineato il dott. Jordan Tishler, Presidente e CEO dell'Associazione degli specialisti della cannabis e un istruttore di medicina presso la Harvard Medical School. "La privazione della REM, in particolare, può portare a deterioramenti cognitivi e sbalzi d'umore".

Informazioni sulla cannabis: come influisce sui sogni?

Quando si tratta di determinare gli effetti della cannabis sui sogni, la risposta non è del tutto chiara. "Ci sono una serie di studi sul sonno che dimostrano che la cannabis può ridurre o sopprimere il sonno REM", ha detto il dott. Tishler. La domanda più grande è se questo è buono o cattivo. La risposta, come al solito, è "dipende". "

Gli scienziati stanno iniziando a esplorare gli effetti di specifici cannabinoidi sui sogni.

È stato dimostrato che il THC, uno dei principali componenti psicoattivi della cannabis, sopprime il sonno REM, sebbene sia importante notare che questi risultati non sono sempre coerenti.

"Il consumo di cannabis, e in particolare il consumo di THC, riduce il sonno REM, impedendo alla maggior parte delle persone di sognare a causa del troppo poco tempo trascorso in questa fase durante il sonno", ha affermato Kebra Smith-Bolden, infermiera registrata e CEO di CannaHealth.

Uno studio del 2019 ha scoperto che i consumatori di cannabis hanno mostrato meno sonno REM complessivo rispetto ai non consumatori e hanno sperimentato cose più speciali quando hanno ricordato i loro sogni.

Il CBD influenza i sogni?

Con il rapido aumento del CBD come coadiuvante del sonno, potresti chiederti quali effetti ha sui sogni. Sebbene questi effetti non siano ancora ben compresi, una revisione del 2017 su sonno, cannabis e cannabinoidi suggerisce che il dosaggio sembra influenzare i tuoi sogni.

La revisione ha riferito che il CBD ad alte dosi ha aumentato l'insorgenza del sonno REM il giorno della somministrazione, mentre un CBD a dose media ha ridotto l'insorgenza del sonno REM il giorno dopo la somministrazione.

I consumatori di CBD hanno aneddoticamente suddetto che il cannabinoide influenza in modo significativo i loro sogni, con alcuni che sperimentano sogni più vividi e lucidi, sogni più positivi (compresi i sogni sessuali) e un ricordo super potenziato delle loro avventure notturne.

Inoltre, ci sono prove che il CBD potrebbe essere un trattamento promettente per il disturbo del comportamento del sonno REM, che consente alle persone diagnosticate di realizzare sogni (spesso terrificanti) in modi violenti o vocali.

Questi disturbi del sogno sono più comuni nelle persone con PTSD. "Per i pazienti con incubi, come quelli con PTSD, un certo grado di soppressione REM può essere buono", spiega Tishler.

Altri cannabinoidi e terpeni minori potrebbero anche lavorare dietro le quinte e influenzare i nostri sogni, ma al momento non ci sono ricerche sufficienti per rivelare il loro ruolo.

Che cos'è il rimbalzo REM?

I consumatori di cannabis pesanti possono sperimentare sogni pazzi se fanno una pausa o non usano erba per un po '.

"Il ritorno è caratterizzato dal ritorno di sogni vividi e insoliti quando la tua mente viene reintrodotta nella fase REM del sonno", ha detto Smith-Bolden.

Sebbene il rimbalzo REM fornisca alla mente un mezzo per ritrovare il sonno dei sogni perduti, può essere preoccupante, secondo Tishler. Coloro che subiscono il rimbalzo REM spesso sperimentano più incubi, sonno REM più denso, un attacco di sonno REM più veloce e cicli di sonno REM estesi per ripagare il debito accumulato. "Per queste e molte altre ragioni, l'uso pesante di cannabis non è quindi raccomandato", ha aggiunto Tishler.

Uso regolarmente cannabis: come proteggo ora la fase REM?

Se la cannabis è il tuo aiuto per il sonno, è estremamente importante evitare di passare dall'eccessiva soppressione del sonno REM al rimbalzo REM.

"Per la maggior parte delle persone, la soppressione REM probabilmente non è corretta", afferma Tishler. "Ovviamente neanche l'insonnia fa bene a te". Tishler consiglia quindi di trovare un equilibrio tra il sonno complessivo e il sonno REM in particolare.

“Si scopre che questa relazione è molto dose-dipendente. Piccole dosi di cannabis portano a una buona notte di sonno senza un'apparente soppressione REM, o non molto, mentre dosi più elevate sono chiaramente più problematiche ", spiega.

Per coloro che hanno insonnia persistente, o più di tre brutte notti a settimana, consiglia di consultare un medico e quindi cercare l'aiuto di uno specialista di cannabis con la loro approvazione.

"L'approccio al trattamento varierà a seconda del tipo di insonnia che stai vivendo", ha detto Tishler. Non fare affidamento solo sui consigli del tuo amico o amico ben intenzionato. Possono proporre approcci drammaticamente oltraggiosi che possono ritorcersi contro. Le basse dosi sono più efficaci. "

Allo stesso modo, Bolden-Smith sottolinea che i principianti che usano la cannabis come aiuto per dormire dovrebbero iniziare con il microdosaggio. "Aumenta gradualmente fino a raggiungere i tuoi obiettivi di sonno", ha consigliato. In questo modo, puoi sfruttare i poteri assonnati del fiore di cannabis proteggendo il tuo sonno REM.

Dormi bene per dopo!

Fonti: CanadaHouseClinics (EN), GreenEntrepreneur (EN), Leafly (EN), vizio (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento