Casa la Cannabis La cannabis può ridurre l'uso di antibiotici nell'industria animale?

La cannabis può ridurre l'uso di antibiotici nell'industria animale?

porta Ties Inc.

2022-06-18-La cannabis può ridurre l'uso di antibiotici nell'industria animale?

Thailandia – Tutto è iniziato quando Ong-ard Panyachatiraksa, un proprietario di una fattoria nel nord della Thailandia autorizzato a coltivare cannabis medicinale, si è chiesto cosa fare con le molte foglie in eccesso che aveva raccolto. Li ha nutriti con i suoi polli e l'effetto è stato sorprendente.

Anche gli accademici dell'Università di Chiang Mai erano curiosi. Dallo scorso gennaio hanno 1.000 polli studiati presso la Ong-ard's Organic Farm a Pethlanna, Lampang, per vedere come reagivano gli animali quando la cannabis veniva mescolata al loro mangime o all'acqua.

I risultati sono promettenti e suggeriscono che la cannabis può aiutare a ridurre gli antibiotici nell'industria animale, secondo Chompunut Lumsangkul, un assistente professore presso il Dipartimento di scienze animali e acquatiche dell'Università di Chiang Mai che ha condotto lo studio.

In che modo la cannabis influisce sui polli?

Chompunut ha osservato i polli per vedere come la cannabis ha influenzato la loro crescita, la suscettibilità alle malattie e per vedere se la loro carne e uova erano di qualità diversa o se contenevano cannabinoidi. Agli animali è stata somministrata la pianta in diverse dosi e forme: alcuni sono stati nutriti con acqua bollita con foglie di cannabis, mentre altri hanno mangiato cibo mescolato con foglie schiacciate.

Non è stato osservato alcun comportamento anomalo nei polli, ha detto Chompunut, le foglie variavano dallo 0,2 allo 0,4%. "Sto cercando di trovare il livello appropriato per loro che potrebbe aiutare a migliorare l'immunità e le prestazioni senza subire effetti negativi", ha detto Chompunut.

I risultati devono ancora essere pubblicati, ma Chompunut ha osservato segnali positivi. I polli integrati con cannabis avevano meno probabilità di soffrire di bronchite aviaria e anche la qualità della loro carne, giudicata dalla sua composizione di proteine, grassi e umidità, nonché dalla sua tenerezza, era superiore.

Fonte: theguardian.com (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento