Casa la Cannabis La DEA annuncia la fine dei 50 anni di monopolio: più opzioni per ottenere la cannabis per i ricercatori statunitensi

La DEA annuncia la fine dei 50 anni di monopolio: più opzioni per ottenere la cannabis per i ricercatori statunitensi

porta drugsinc

2021/05/24 - DEA annuncia la fine del monopolio di 50 anni - più opzioni per ottenere la cannabis per i ricercatori negli Stati Uniti - cover.jpeg

Stati Uniti d'America - Per più di 50 anni, una fattoria presso l'Università del Mississippi è stata l'unico fornitore di cannabis per gli studi approvati dagli Stati Uniti (FDA). La DEA ha recentemente annunciato un cambiamento.

Il programma di ricerca sulla cannabis è iniziato nel 1968 dopo che la scuola ha stipulato un contratto con il governo federale per coltivare, elaborare e vendere cannabis a fini di ricerca. E quasi fino a quando la cannabis coltivata nella fattoria è stata denigrata per la sua scarsa qualità, sollevando preoccupazioni sulla validità di questi studi per i quali il prodotto a base di cannabis è di fondamentale importanza.

Ma i ricercatori avranno presto più opzioni. La scorsa settimana, la Drug Enforcement Administration (DEA) ha annunciato che i nuovi coltivatori hanno finalmente ricevuto il via libera.

"La DEA si sta avvicinando alla fine della sua revisione di alcune domande di coltivatori di marijuana, il che significa che presto sarà in grado di registrare ulteriori entità autorizzate a produrre marijuana per scopi di ricerca", ha detto l'agenzia in un comunicato stampa.

George Hodgin, fondatore e CEO della Biopharmaceutical Research Company con sede in California, è una delle tre organizzazioni riconosciute come un nuovo coltivatore fino ad oggi. Ha definito l'annuncio della DEA un "passo monumentale".

"Questo tipo di pensiero governativo a lungo termine consentirà ad aziende come la nostra di aprire la strada a un mercato della cannabis legale a livello federale per i prodotti che sono stati testati e approvati per aiutare il pubblico", ha detto Hodgin.

La DEA, che ha annunciato per la prima volta che avrebbe approvato ulteriori coltivatori nel 2016, ha affrontato numerose cause nel corso degli anni riguardanti il ​​programma di ricerca sulla cannabis e la mancanza di cannabis di qualità.

La decisione della DEA consente la ricerca con una cannabis migliore

La decisione della DEA significa che gli scienziati saranno in grado di studiare meglio i ceppi di cannabis clinicamente (Fig.)
La decisione della DEA significa che gli scienziati saranno in grado di studiare meglio i ceppi di cannabis clinicamente (AFB.)

L'avvocato di Houston Matthew Zorn, il co-avvocato in una causa per la libertà di informazione (FOIA) intentata l'anno scorso contro la DEA e il Dipartimento di giustizia, ha detto che la decisione significa che "gli scienziati saranno in grado di studiare clinicamente i tipi di cannabis che vengono utilizzati, con cannabis effettivamente buona. "

“Molte persone potrebbero non vederne l'importanza, con la legalizzazione nazionale della cannabis proprio dietro l'angolo. Non sappiamo quando, ma la necessità di questa ricerca è assolutamente urgente. Ora possiamo iniziare a crescere il prima possibile e disporre di una scorta per i ricercatori per ottenere buoni dati ", ha detto Zorn.

Quei dati dovrebbero essere un duro colpo per uno degli argomenti più rumorosi contro la legalizzazione, in particolare per la mancanza di prove per la sicurezza e l'efficacia di cannabis medicinale.

"La più grande critica al momento contro la marijuana medica e la legalizzazione della marijuana in generale è che non ci sono dati e ricerche sufficienti", ha detto Zorn. "Si spera di ottenere risposte ora".

Le fonti includono Leafly (EN), Momento Marijuana (EN), Testa di Babbano (EN), La CrescitaOP (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento