Casa farmaci La Nuova Zelanda diventa il primo paese a "legalizzare" completamente i test sulle droghe ricreative

La Nuova Zelanda diventa il primo paese a "legalizzare" completamente i test sulle droghe ricreative

porta Ties Inc.

2021-12-08-La Nuova Zelanda diventa il primo paese a "legalizzare" completamente i test sulle droghe ricreative

Gli utenti di droghe ricreative saranno presto in grado di test ai festival, nei club e per uso personale. La Nuova Zelanda è il primo paese al mondo a farlo.

Questa piena legalizzazione dei test consente agli utenti di testare le loro sostanze nei festival musicali e per uso generale senza conseguenze. Questo fa parte di un disegno di legge approvato alla fine di novembre. La nuova legge entrerà in vigore il 6 dicembre, riferisce Filter Mag.

Il programma pilota di test antidroga diventa permanente

Il programma pilota per i test farmaci, approvato nel dicembre 2020, sarebbe scaduto nel dicembre 2021. Il Ministero della Salute ha suggerito di rendere permanente il pilota ad aprile, sollecitando nuove leggi.

Secondo i dati pubblicati in un rapporto nel febbraio 2021, il 68% dei partecipanti al progetto pilota ha modificato il proprio comportamento a seguito dell'utilizzo del servizio. L'87 percento ha affermato di aver acquisito una migliore comprensione dei pericoli dell'uso di droghe dopo aver parlato con coloro che forniscono il servizio.

Il possesso di droga rimane illegale

Il disegno di legge della Nuova Zelanda non rende legale il possesso, l'acquisto o la vendita di droghe. Significa che se un festival musicale, o qualsiasi altra azienda, lo sceglie, può gestire una struttura per i test antidroga in loco.

Oltre ai test, c'è anche la prevenzione. Informazioni e consigli saranno resi disponibili da fornitori consigliati dal governo. Questo ha lo scopo di prevenire danni alla salute e aiutare le persone a prendere decisioni informate sull'uso di droghe e sostanze psicoattive. Informazioni e consigli sulla riduzione del danno per aiutare le persone a prendere decisioni informate sull'uso di droghe e sostanze psicoattive.

Prevenire le morti per droga

Il mese scorso, il governo della Nuova Zelanda ha anche annunciato che avrebbe finanziato $ 800.000 NZD ($ 545.581 USD) per formare i controllori di droga e coordinare i servizi di sicurezza della droga. Sarah Helm, direttrice esecutiva della NZ Drug Foundation, ha detto a VICE World News: "È davvero importante e un momento per festeggiare. Questo previene i danni e salva la vita. Il controllo dei farmaci è uno strumento di riduzione del danno estremamente efficace perché fornisce alle persone informazioni accurate per prendere decisioni più sicure. Ora vorremmo vedere i servizi ampliati per raggiungere più persone”.

I ricercatori nel campo della droga nel Regno Unito ritengono che il governo dovrebbe adottare un approccio simile in questo caso. Katya Kowalski, Head of Strategy di Volteface: “Il controllo della droga è una politica necessaria e salvavita. Gran parte del danno e della tragedia delle morti per droga ai festival è evitabile.
“Avere individui testati per la purezza e la potenza consente loro di prendere una decisione informata e più sicura. “Il Regno Unito dovrebbe adottare l'approccio pragmatico della Nuova Zelanda per proteggere le persone che fanno uso di droghe e adottare un approccio basato sull'evidenza per prevenire ulteriori tragedie. Se il Regno Unito è seriamente intenzionato a ridurre i danni legati alla droga, la legalizzazione del controllo della droga dovrebbe essere una priorità assoluta".

Katya spiega che mentre i test antidroga sono in corso nel Regno Unito, ci sono alcune scappatoie legali. Organizzazioni come The Loop, che testano le sostanze a festival ed eventi su larga scala, lo fanno insieme alla polizia. Non esiste una legislazione scritta che stabilisca esplicitamente leggi sui test antidroga nel Regno Unito, ma l'acquisto online di kit per test antidroga individuali online è legale. Negli Stati Uniti e in altri paesi, i volontari che svolgono il lavoro sono a rischio di procedimento penale.

Lees più op mixmag.net (Fonte, EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento