Casa Notizie La terapia psichedelica con psilocibina può aiutare a curare la dipendenza da alcol

La terapia psichedelica con psilocibina può aiutare a curare la dipendenza da alcol

porta Ties Inc.

2022-08-30-La terapia psichedelica con la psilocibina può aiutare a curare la dipendenza da alcol

Due dosi di psilocibina, una sostanza che si trova all'interno psichedelico i funghi, in combinazione con la psicoterapia, riducono il consumo eccessivo di alcol in media dell'83%. Questo è secondo un nuovo studio sui forti bevitori.

Guidato dai ricercatori della NYU Grossman School of Medicine, lo studio ha coinvolto 93 uomini e donne con dipendenza da alcol. Sono stati assegnati in modo casuale a ricevere due dosi di psilocibina o un placebo antistaminico.

Psilocibina o placebo

Né i ricercatori né i partecipanti allo studio sapevano quale farmaco stavano assumendo o ricevendo. Entro un periodo di 8 mesi dall'inizio del trattamento, coloro che hanno ricevuto psilocibina hanno ridotto l'abuso di alcolici dell'83% rispetto al consumo di alcol prima dello studio. Nel frattempo, coloro a cui erano stati somministrati antistaminici hanno ridotto il consumo di alcol del 51%.

Uno degli altri risultati chiave è stato che 8 mesi dopo la prima dose, quasi la metà (48%) di quelli trattati con psilocibina ha smesso del tutto di bere, rispetto al 24% del gruppo placebo.
"I nostri risultati suggeriscono fortemente che la terapia con psilocibina è uno strumento promettente per il trattamento della dipendenza da alcol, una malattia complessa che si è rivelata notoriamente difficile da trattare", ha affermato l'autore senior e psichiatra Michael P. Bogenschutz, MD, direttore del Center for Psychedelic Medicine della NYU Langone.

Abuso di alcol in America

Il Centers for Disease Control and Prevention riporta che il consumo eccessivo di alcol uccide circa 95.000 americani ogni anno, spesso a causa del binge drinking o di malattie del fegato. È stato anche collegato a enormi perdite economiche e di manodopera, incidenti con lesioni e problemi di apprendimento, memoria e salute mentale, afferma il dottor Bogenschutz, anche lui professore nel dipartimento di psichiatria della NYU Langone Health. I metodi attuali per prevenire l'uso eccessivo di alcol e la dipendenza includono la consulenza psicologica, programmi di disintossicazione supervisionati e alcuni regimi di droga.

Secondo i ricercatori, ricerche precedenti avevano già stabilito che il trattamento con psilocibina è un mezzo efficace per alleviare l'ansia e la depressione nelle persone con le forme più gravi di cancro. E ricerche precedenti hanno suggerito che la psilocibina potrebbe servire come potenziale terapia per i disturbi da uso di alcol e altre dipendenze.
Il nuovo studio, pubblicato online il 24 agosto sulla rivista JAMA Psychiatry, è il primo studio controllato con placebo a studiare la psilocibina come trattamento per il consumo eccessivo di alcol, hanno affermato gli autori dello studio.

Trattamento della dipendenza da alcol e altre dipendenze

Per lo studio, il team di ricerca ha reclutato uomini e donne a cui era stata diagnosticata la dipendenza da alcol sulla base di definizioni standard e che hanno bevuto in media sette bicchieri nei giorni in cui hanno bevuto. Quarantotto pazienti hanno ricevuto almeno 1 dose e fino a 3 dosi di psilocibina e 45 pazienti hanno ricevuto il placebo antistaminico.
Tutti hanno ricevuto fino a 12 sessioni di psicoterapia. Questi sono avvenuti sia prima che dopo la somministrazione. Successivamente, ai partecipanti è stato chiesto di riferire la percentuale di giorni di forte consumo di alcol che hanno vissuto durante le settimane dalla 5 alla 36 dello studio. Hanno anche fornito campioni di capelli e unghie per confermare che non avevano bevuto.

"Man mano che la ricerca sui trattamenti psichedelici cresce, stiamo trovando più potenziali usi per le malattie mentali", afferma il dottor Bogenschutz. "Oltre al disturbo da consumo di alcol, questo approccio può essere utile nel trattamento di altre dipendenze, come il fumo di sigaretta e l'abuso di cocaina e oppioidi".

Sono necessarie ulteriori ricerche

dott. Bogenschutz afferma che il team di ricerca prevede di condurre uno studio multicentrico più ampio. Avverte che è necessario fare più lavoro per documentare gli effetti della psilocibina e chiarire il dosaggio corretto prima che il farmaco sia pronto per un uso clinico diffuso. Osserva che i ricercatori hanno iniziato tali prove.

La psilocibina è un composto naturale derivato dai funghi, con proprietà di alterazione della mente simili a quelle dell'LSD e della mescalina. La maggior parte dei partecipanti allo studio sperimenta profondi cambiamenti nella percezione, nelle emozioni e nei sentimenti, spesso comprese esperienze ritenute di grande importanza personale e spirituale. Poiché il farmaco aumenta la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca e talvolta può causare effetti psicologici schiaccianti, i ricercatori avvertono che dovrebbe essere usato solo in ambienti attentamente controllati e in combinazione con la valutazione e la preparazione psicologica.

Fonte: nyulangone.org (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento