Casa la Cannabis Le aziende stanno correndo per costruire un etilometro "miliardi di volte più sensibile" all'erba

Le aziende stanno correndo per costruire un etilometro "miliardi di volte più sensibile" all'erba

porta drugsinc

Le aziende stanno correndo per costruire un etilometro "miliardi di volte più sensibile" all'erba

Gli etilometro alcolici tradizionali sono stati utilizzati dagli anni '50. Attualmente, molte aziende nel mondo sono impegnate nello sviluppo del nuovo dispositivo di analisi per il riconoscimento del consumo di cannabis.

L'uso e l'intossicazione da THC rappresentano un serio pericolo per le strade. Sebbene la marijuana causi probabilmente meno danni ai conducenti nel traffico rispetto all'alcol, è ancora la causa di innumerevoli decessi.

Ecco perché varie aziende e ricercatori sono alla ricerca di un etilometro di marijuana ben funzionante in grado di misurare l'intossicazione da THC nei conducenti.

Il problema è che i livelli di marijuana sono molto meno evidenti nel nostro respiro rispetto all'alcol.

Legalizzazione della cannabis e vittime

In un tempo relativamente breve abbiamo visto che l'uso della marijuana è passato da illegalmente uniformemente negli Stati Uniti a legale, a diverse capacità, negli stati 33. C'è ovviamente un movimento in corso in quest'area in tutto il mondo.

Sebbene ciò abbia importanti implicazioni per le persone che dipendono da esso per uso medico o ricreativo, il numero di decessi causati da intossicazione da THC è aumentato in alcuni paesi dopo la legalizzazione in tali paesi o stati.

Sebbene le statistiche siano tutt'altro che chiare sui pericoli generali della legalizzazione, è chiaro che le autorità devono essere in grado di misurare i conducenti ubriachi.

Le difficoltà del rilevamento del THC

I kit di calibrazione del respiro per intossicazione da alcol sono stati problemi standard per gli agenti di polizia sin da quando sono stati utilizzati per la prima volta negli anni '50. Consentono una facile misurazione dei livelli di intossicazione: il conducente soffia in un tubo.

I test sulla marijuana sono un po 'più complicati. I test tipici richiedono campioni di sangue, urine o capelli e i risultati mostrano di solito se il THC è nel sistema della persona, ma non i livelli attuali di intossicazione.

Un test con etilometro potrebbe risolvere questo problema, ma comporta anche delle sfide.

"La sfida fondamentale è che il THC esiste nella respirazione a concentrazioni circa un miliardo di volte inferiori all'alcol", ha affermato il dott. Mike Lynn, CEO della startup Hound Lab, su Digital Trends.

“Ciò significa che hai bisogno di un etilometro che sia letteralmente un miliardo di volte più sensibile se lo userai per la marijuana. È come identificare 25 o 30 specifici granelli di sabbia su una spiaggia lunga più di un miglio. È un lavoro scientifico piuttosto difficile da risolvere. "

Attrezzature e sviluppi per l'analisi degli "analizzatori di farmaci" esistenti

Hound Labs ha persino realizzato un respiratore per infestanti. La società supportata dalla società si è recentemente ampliata 27 milioni di euro (30 milioni di dollari) raccolti e ha pubblicato uno studio che mostra come il loro dispositivo può funzionare.

Lo studio afferma che il dispositivo è in grado di rilevare se un utente ha recentemente fumato marijuana e se si trova nella finestra del disturbo di picco che dura 2 o 3 ore dopo il fumo.

Hound Labs è impegnato a commercializzare il suo prodotto.

Una startup canadese di nome SannTek Labs ha recentemente ricevuto il supporto di Y Combinator dagli investitori per sviluppare un dispositivo simile, anche se potrebbe essere necessario un po 'più di tempo prima che sia adatto al mercato.

Ricercatori dell'Università di Pittsburgh

Recentemente anche ricercatori dell'Università di Pittsburgh hanno rivelato la loro visione l'etilometro della marijuana. Il loro dispositivo contiene nanotubi di carbonio che sono migliaia di volte più piccoli dei capelli umani che aiutano a identificare le molecole di THC quando un utente respira in un tubo.

"Prevediamo che questo sensore potrebbe essere prodotto come un etilometro come un etilometro alcol", ha detto il ricercatore capo Alexander Star, professore di chimica e bioingegneria.

Ervin Sejdic, PhD (a sinistra) e Alexander Star, PhD, sostengono il prototipo del loro dispositivo di rilevazione del THC.
Ervin Sejdic, PhD (a sinistra) e Alexander Star, PhD, sostengono il prototipo del loro dispositivo di rilevazione del THC. (Bron)

Tuttavia, utilizzando nanotubi di carbonio, il team di Star ha trovato un modo per rilevare il tetraidrocannabinolo (THC), l'ingrediente della marijuana che crea un alto livello di respiro dell'utente.

Questi nanotubi cavi sono 100.000 volte più sottili di un capello umano. I componenti elettrici delle molecole nel respiro si legano ai tubi. Poiché molecole diverse si legano a velocità diverse, è possibile rilevare il tipo di sostanza, incluso il THC.

Star ha affermato che questi sensori sono in grado di rilevare il THC con la stessa precisione della spettrometria di massa, lo standard di riferimento per il rilevamento.

"Prima che il dispositivo possa essere reso disponibile per l'uso da parte della polizia, deve essere testato su centinaia, se non migliaia, di persone", ha detto Star.

Fino ad ora, il dispositivo, simile a un etilometro utilizzato per il test dell'alcool, è stato testato in laboratorio solo con campioni di respiro contenenti anche anidride carbonica, acqua, etanolo, metanolo e acetone.

La messa in servizio rimane lontana

Sebbene indubbiamente si stiano compiendo progressi, permangono importanti ostacoli.

Come il sito Web Vice osserva che non esiste un vero standard per l'intossicazione da infestanti. Al momento, a differenza dell'alcol, non esiste uno standard per l'intossicazione da THC o è stabilito in alcuni regolamenti. La polizia e le autorità probabilmente non utilizzeranno questi dispositivi per molto tempo.

"Stabilire uno standard per quanto THC è eccessivo è un lavoro per i professionisti medici e non per noi come ingegneri chimici", afferma il professor Alexander Star.

Maggiori informazioni su InterestingEngineering (EN, Bron), WebMD (EN, Bron) e Vice Bron)

Articoli correlati

Lascia un Commento