Casa la Cannabis La marijuana funziona meglio dei sonniferi per l'insonnia? 5 cose che dovresti sapere.

La marijuana funziona meglio dei sonniferi per l'insonnia? 5 cose che dovresti sapere.

porta drugsinc

La marijuana funziona meglio dei sonniferi per l'insonnia? 5 cose che dovresti sapere.

Chiedi a qualsiasi fornitore di CBD o THC e uno dei riferimenti più importanti ai prodotti è il suo utilizzo nei disturbi del sonno. Conosciuto come un aiuto naturale per dormire, l'olio di CBD e la marijuana hanno dimostrato di aiutare con l'insonnia per dormire meglio.

Ecco cinque cose che dovresti sapere su come la cannabis può migliorare il sonno:

1. Addormentarsi più rilassato

Probabilmente è meglio scegliere il bong sulla bottiglia. Sebbene sia stato dimostrato che l'alcol accorcia il tuo sonno e i tuoi schemi REM slapen D'altra parte, la cannabis ha proprietà sia inebrianti che rilassanti, che spesso portano anche sogni più dolci e facilitano il risveglio.

2. Sogna più intensamente

L'uso a lungo termine della cannabis può ridurre gli effetti della droga leggera e l'astinenza può causare non solo insonnia ma anche un effetto REM di rimbalzo che provoca temporaneamente sogni più vividi e frequenti.

3. Meno stress, sonno migliore

La cannabis può aiutare a ridurre lo stress, che a sua volta può migliorare il sonno), il numero di volte che ti svegli nel cuore della notte e il tempo necessario per riaddormentarti.

4. Sicuro per un uso più lungo

A differenza di molti ausili per il sonno (come Ambien e Lunesta), la marijuana è sicura per l'uso a lungo termine per l'insonnia. E anche se usata per molto tempo, la marijuana ha ancora meno probabilità di causare dipendenza.

5. La marijuana per l'insonnia può essere utilizzata anche per il disturbo da stress post-traumatico

È interessante notare che la cannabis può avere un impatto significativo sulle persone che consumano PTSD sofferenza. Il THC può ridurre i sogni e l'individuo con i problemi può sperimentare un sonno meno onirico con l'uso regolare di cannabis, il che può aiutare chi ha sogni violenti o inquietanti a dormire meglio.

La marijuana può essere utilizzata anche per il disturbo da stress post-traumatico per l'insonnia
La marijuana per l'insonnia può essere utilizzata anche per il disturbo da stress post-traumatico (AFB.)

Ogni paziente risponde in modo diverso, motivo per cui alcuni ritengono che gli ausili per dormire su prescrizione funzionino meglio della marijuana alla fine. Ma se attualmente non sei in trattamento per l'insonnia, o se il tuo trattamento attuale non funziona davvero per te, potresti provare la cannabis. In caso di dubbio, dovresti sempre consultare prima il tuo medico.

Fonti ao Newsbreak (EN), Dormire Dottore (EN), TheFreshToast(EN), Parola d'Occidente (EN)

Articoli correlati

2 commenti

Peter 8 febbraio 2021 - 17:10

La cannabis funziona alla grande per me contro il disturbo da stress post-traumatico. Ho iniziato a fare il pioniere di me stesso, producendo olio con l'erba del negozio. Ho dormito per secoli. Il mio medico ora prescrive l'olio su prescrizione medica. Durante il giorno vaporizzo l'erba, anche su prescrizione medica, con un vaporizzatore. Funziona contro tutto. Da qualche anno prendo 2 grammi al giorno e ho dovuto interrompere i trattamenti per una settimana. Ciò ha comportato solo un aumento dei sintomi del disturbo da stress post-traumatico. Non ero dell'umore adatto. Smettere di caffè è stato un problema più grande di recente.

rispondere
drugsinc 9 febbraio 2021 - 11:15

Grazie Peter per aver condiviso la tua esperienza. È bello sapere che ne stai beneficiando! Tutto il meglio da parte nostra, ovviamente!

rispondere

Lascia un Commento