Vai al contenuto principale
Menu
Microdosaggio con THC contro il dolore cronico

Microdose con THC contro il dolore cronico

Diffondi l'amore ✌🏼

micro dosaggio la maggior parte delle persone è consapevole solo dell'uso di piccole dosi di droghe psichedeliche come tartufi, funghi magici e LSD. Tuttavia, sembra essere microdosante THC efficace anche per alleviare il dolore.

Il THC microdosato si è dimostrato efficace per alleviare il dolore a dosi minuscole. L'uso di dosi subperceptual molto piccole di un composto - microdosaggio - è quasi esclusivamente associato a psichedelici. Tuttavia, alcuni consumatori di marijuana medica hanno affermato che il microdosaggio di THC ha i suoi vantaggi, come conferma un nuovo studio. Lo studio viene dalla società israeliana di tecnologia medica Syqe Medical, che riporta che il microdosaggio di THC può avere un profondo impatto sul dolore cronico.

Microdosaggio contro condizioni mediche

Alcuni composti, noti soprattutto per l'uso ricreativo, possono anche avere alcuni benefici medici. Così diventa psilocibina usato per trattare il mal di testa a grappolo e la ketamina per le terapie. La cannabis è uno di questi collegamenti a potenziali usi medici, tra cui THC, secondo quanto riportato dalla società medica.

Lo studio ha scoperto che 500 microgrammi di THC, il composto psicoattivo nella cannabis, possono fornire sollievo dal dolore senza il "massimo" associato causato dalla pianta. I pazienti nello studio avrebbero inalato il THC, prendendo da tre a quattro boccate al giorno fino a 500 microgrammi - questo è significativamente inferiore alle stime di 150.000 microgrammi che i pazienti di cannabis medicinale usano quotidianamente.

Inalatore per erogazione di precisione

Come prendi dosi così piccole di THC? I ricercatori hanno usato la dose selettiva Syqe Inalatore, uno strumento che offre un'altissima precisione di dosaggio. Questa è la prima volta che uno studio ha dimostrato che il microdosaggio di THC ha un impatto notevole sui pazienti che lo usano. Non è stato riscontrato che le microdosi di THC abbiano effetti collaterali significativi, come il tipo che può verificarsi quando si assumono dosi elevate della sostanza. Perry Davidson, CEO di Syqe Medical, ha dichiarato:

Questo studio è il primo a dimostrare che la suscettibilità umana al THC è significativamente maggiore di quanto si pensasse in precedenza. Indicando che se siamo in grado di trattare i pazienti con una precisione molto maggiore, sono necessari meno farmaci, con conseguenti minori effetti collaterali e un trattamento complessivamente più efficace. La tecnologia di somministrazione di farmaci Syqe si applica anche agli oppioidi e ad altri composti che, sebbene potenzialmente efficaci, sono notoriamente associati a pericolosi effetti collaterali. L'introduzione di uno strumento per prescrivere farmaci a dosi così basse con una risoluzione così elevata può consentirci di ottenere risultati terapeutici che prima non erano possibili.

Lees più op slashgear.com (Fonte, EN)



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati * *

Torna in alto