Casa la Cannabis Il miliardario costruisce una fattoria di cannabis sull'Isola di Man

Il miliardario costruisce una fattoria di cannabis sull'Isola di Man

porta Ties Inc.

2022-03-02-Miliardario per costruire una fattoria di cannabis sull'Isola di Man

Un'enorme fattoria di marijuana potrebbe sorgere su una piccola isola tra il Regno Unito e l'Irlanda. Peel Group, una società immobiliare guidata dal miliardario 79enne John Whittaker, presidente dell'azienda e maggiore azionista, sta cercando di costruire un impianto di coltivazione di cannabis da 100 milioni di sterline (136 milioni di dollari) sull'isola in cui ha sede.

La struttura proposta, situata alla periferia della capitale Douglas, verrebbe utilizzata per produrre cannabis medica che sarebbe poi distribuita in tutto il mondo per la prescrizione ai pazienti. Tuttavia, il paese autonomo deve ancora legalizzare la cannabis medicinale, il che significa che la cannabis prodotta nella struttura non può ancora essere prescritta per l'uso sull'isola.

Chris Eves, chief financial officer di Peel Group, ha dichiarato mercoledì alla CNBC che la cannabis potrebbe essere una nuova industria redditizia per l'isola. "Penso che la cannabis medica, la cannabis farmaceutica, sia la prossima vera opportunità per l'isola", ha detto Eves, aggiungendo che gli Stati Uniti e il Canada sono già partiti alla grande. "Quello che vogliamo sviluppare qui sono unità sigillate atmosferiche", ha affermato Eves, aggiungendo che le strutture garantirebbero la "massima potenza" del prodotto.

licenza di cannabis

Il raccolto, che non è ancora legale per uso ricreativo nel Regno Unito o nell'Isola di Man, sarebbe... ristrutturato in diversi grandi magazzini. Peel Group vuole quindi affittarlo a vari soggetti, che devono prima avere un permesso. I permessi di produzione di cannabis devono ancora essere rilasciati dal governo dell'Isola di Man. Diverse parti hanno già presentato domanda. Potrebbe essere necessario prima portare esperti di cannabis dall'estero per acquisire le competenze e le conoscenze necessarie. Le vendite di cannabis aumenteranno nei prossimi anni poiché sempre più paesi nel mondo legalizzeranno la droga per uso ricreativo.

Peel Group non ha opinioni sul fatto che l'uso ricreativo di cannabis debba essere legalizzato sull'Isola di Man o all'estero. Eves: “Al momento, ciò che vogliamo fornire qui è puramente farmaceutico. Non stiamo necessariamente cercando il cambiamento, ma sembra una progressione naturale".

Altri importanti sviluppi

Peel Group prevede di presentare una domanda di pianificazione per la piantagione di cannabis nei prossimi mesi. Sebbene lo sviluppo abbia ricevuto il sostegno dei residenti e dei legislatori locali, alcuni temono che la struttura sarà un pugno nell'occhio. Altri temono che la fattoria consumi troppa energia.

"I requisiti di alimentazione sono preoccupanti e attualmente non sono possibili", ha detto alla CNBC un funzionario dell'Isola di Man senza nome. Peel Group vuole creare una fattoria solare per alimentare la fattoria di cannabis. Andrew Newton, leader del Partito dei Verdi dell'Isola di Man, ha dichiarato alla CNBC che lo sviluppo pone una serie di problemi di sostenibilità da considerare. "Questi includono il rischio di diffusione della plastica monouso nel sito e un'elevata domanda di energia", ha affermato. Newton ha aggiunto: "È interessante notare che Peel propone NRE di generare ulteriori 11 MW [megawatt] di energia verde per alimentare l'impianto di cannabis".

Se approvato, lo sviluppo sarebbe completato in due o tre fasi, con la prima fase probabilmente completata entro tre anni dall'approvazione. Entro cinque anni potrebbe esserci una mega fattoria completamente operativa.

Leggi piu cnbc.com (Fonte, EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento