Casa Legislazione e legalizzazione Parliamo di soldi: quanto genera in tasse la legalizzazione della cannabis? E in Europa?

Parliamo di soldi: quanto genera in tasse la legalizzazione della cannabis? E in Europa?

porta drugsinc

Una parola sul denaro: quanto costa la legalizzazione della cannabis nelle tasse? E che dire in Europa?

Un importante punto di discussione per l'industria della cannabis in America e in Canada è stato l'afflusso di entrate fiscali per gli stati che hanno legalizzato o depenalizzato parti del settore. Il Colorado, ad esempio, ha raccolto oltre 2018 milioni di dollari (~ 265 milioni di euro) nel 234, secondo un recente rapporto di Forbes.

Altri stati come Washington e California vantavano cifre superiori a $ 300 milioni (~ € 265 milioni). Sebbene alcuni imprenditori si siano lamentati delle elevate aliquote fiscali, i benefici di questa nuova fonte di reddito hanno servito bene le economie locali.

Nel seguente articolo guardiamo l'altro lato di questi regolamenti sulla cannabis e spieghiamo le parti in cui la cannabis e la tassa su di essa hanno visto un potenziale enorme. Il Canada ne è un buon esempio, ma i comuni negli Stati Uniti e in tutta Europa scopriranno un punto spesso trascurato nel mercato emergente.

La risposta alla domanda da un miliardo di dollari

Sebbene il Canada abbia sconfitto gli Stati Uniti attraverso la legalizzazione federale della cannabis, il modo in cui gli Stati Uniti approcciano le normative è molto diverso. L'industria è federalmente illegale, ma non locale, il che significa che gli stati scelgono come legali o illegali vogliono fare la pianta.

Ad esempio, nello stato dell'Alabama, l'uso ricreativo della marijuana può essere punito come un crimine. Ciò potrebbe cambiare, tuttavia, poiché lo stato ha recentemente votato per creare un comitato che aiuterebbe a creare una legge sulla marijuana medica entro il 2020. Al contrario, lo stato di Washington ha completamente legalizzato la cannabis ricreativa, medica e legale e i suoi derivati. Diversi altri stati hanno seguito o stanno perseguendo una legislazione simile.

2019 07 16 Parliamo di soldi quanto vale la legalizzazione della cannabis negli stati in cui la cannabis è legale
(Fonte: Business Insider)

I confini legali tra luoghi con punti di vista convergenti stanno anche facendo pressione sul trasferimento della cannabis da stato a stato. Sebbene la marijuana sia legale in entrambi gli Stati limitrofi dell'Oregon e di Washington, il trasporto di prodotti a base di cannabis tra queste due giurisdizioni è ancora illegale. L'avvocato della cannabis Alison Malsbury ha detto Leafly che "attraversando i confini statali, si rientra ancora nella giurisdizione del governo federale".

È un po 'confuso, ma gli stati che hanno legalizzato l'impianto hanno un chiaro vantaggio per una serie di motivi.

Come notato sopra, Colorado, Washington e California hanno legalizzato l'industria della cannabis a vari livelli all'interno dei loro confini. In quanto tali, tutti e tre gli stati hanno ricevuto un afflusso di entrate dalle miriadi di aziende, sia al dettaglio che agricole, che hanno avviato la loro attività di cannabis. Ciò significa anche che ciascuna di queste imprese deve pagare le tasse allo stato, attingendo a un flusso di reddito redditizio per lo stato. Sebbene gli imprenditori segnalino aliquote fiscali elevate, le tesorerie locali e municipali utilizzano l'oceano per l'afflusso di denaro.

Secondo quanto riferito Colorado le entrate fiscali di 1 miliardo di dollari (~ 886 milioni di euro) generati tra il 2012 e il 2014 per importanti benefici come la salute e la sicurezza pubblica e altri servizi alla popolazione. Al giorno d'oggi questo denaro viene utilizzato principalmente dai responsabili del bilancio nello stato per l'istruzione premiato migliorare ulteriormente le scuole pubbliche.

Il Tesoriere dello Stato di Washington ha indicato che dei circa $ 319 milioni (~ € 283 milioni) generati nell'anno fiscale 2017, la metà è andata al conto Basic Health Plan Trust. Questo conto è per i lavoratori o coloro che non hanno un'assicurazione medica adeguata per godere di un numero limitato di servizi sanitari di base. Il trentuno percento dei fondi rimanenti è andato alla cassa della comunità, la borsa versatile dello stato. Un altro 10,7% è stato utilizzato per calmare la dipendenza da alcol e droghe e l'ultimo tratto è stato suddiviso tra istruzione pubblica, prevenzione dell'abbandono scolastico e centri sanitari comunitari.

Una parte non dichiarata di tutte le entrate va anche alle tasse federali. Un rapporto 2019 di gennaio dall'Istituto per la tassazione e la politica economica (ITEP) ha previsto che:

“La legalizzazione nazionale e la tassazione della cannabis ricreativa potrebbero generare circa 11,9 miliardi di dollari [~ 10,5 miliardi di euro] in entrate statali e locali da accise e imposte sulle vendite ogni anno. Ciò presuppone livelli di tassazione simili a quelli attualmente esistenti in tutto lo stato di Washington. '

Per cominciare, è molto importante capire come accise come alcol e tabacco, dal momento che la cannabis è spesso posta sotto la stessa bandiera.

Questa distinzione significa che i beni e i servizi che appartengono a questa categoria sono tassati nel luogo di produzione piuttosto che nel punto di vendita. Compagnie di cannabis zowel Ad esempio, la California e il Colorado hanno un'accisa del 15% che va direttamente allo stato. Lo stato di Washington sta affrontando accise molto più severe al 37% in aggiunta alle tasse statali e locali.

Il Canada è chiaramente diverso e spettacoli che un'accisa non può superare $ 1 (€ 0,89) al grammo o il dieci percento del fatturato tramite il produttore.

Anche i paesi limitrofi dell'America del nord riportano cifre leggermente inferiori quando il Canada ha legalizzato a livello federale i prodotti a base di cannabis 2018 confermata. Dalla legalizzazione dell'ottobre scorso a marzo 2019, i governi canadesi sono riusciti a guadagnare milioni di dollari 186 (~ 164 milioni) raccogliere alla vendita di prodotti a base di cannabis. Le contee godevano di una quota maggiore di questo importo, ma le tasse federali ammontavano ancora a $ 19 milioni (~ € 16,8 milioni).

L'Europa guarda anche al Nord America quando si avvicina a questo argomento. Poiché l'industria europea della cannabis non è regolata allo stesso modo degli Stati Uniti e del Canada, i dati sulle entrate fiscali che l'Unione europea potrebbe generare legalizzando il settore sono molto meno numerosi.

Risorse limitate per un enorme mercato di cannabis

Come riportato in precedenza, sottolineato Strain Insider l'enorme potenziale per un mercato della cannabis completamente regolamentato in Europa. Si prevede che l'UE potrebbe generare più di 2028 miliardi di euro entro il 123, diventando così il più grande mercato del mondo.

Sfortunatamente, lo stato attuale dei divieti ha impedito cifre più precise su quanti paesi potrebbero guadagnare con le tasse. Un rapporto di 2018 dell'Associazione per l'attivismo della cannabis, Deutscher Hanfverband (DHV), confermato che:

"Secondo il governo federale, non ci sono informazioni disponibili su quale reddito sotto forma di tasse e dazi può essere realizzato attraverso la legalizzazione della cannabis".

Tuttavia, la lobby tedesca è consapevole dei potenziali vantaggi che si possono ottenere in caso di legalizzazione. Usando Colorado, California e Canada come modelli per la tassazione della cannabis, il DHV giunge ad alcune conclusioni molto intriganti.

Sulla base di questi modelli, oltre all'imposta nazionale sulle vendite del 19% in Germania, il DHV conclude che se la Germania dovesse produrre e vendere 250 tonnellate di cannabis, il gettito fiscale potenziale ammonterebbe a € 650.000.000. Anche questo presuppone un prezzo medio di 10 € al grammo.

A prima vista, la quantità di cannabis necessaria per soddisfare questa cifra sembra scoraggiante. Tuttavia, in 2015, tre anni prima della legalizzazione della marijuana, segnalati Statistics Canada che il consumo totale di cannabis dei canadesi era di 697,5 tonnellate. Con una popolazione ancora più numerosa del Canada e infrastrutture critiche già in atto dopo il grande clamore della canapa e dei prodotti CBD, non è difficile immaginare che l'Europa varcherà facilmente questa soglia.

Ulteriori caratteristiche di questo mercato regolamentato vanno oltre il gettito fiscale. I costi dell'incarcerazione, un aumento della popolazione carceraria e anche una crescente crisi degli oppioidi, che si dice che la marijuana sia in grado di calmare, rappresentano tutti costi che potrebbero potenzialmente essere completamente omessi dopo la legalizzazione.

Reprimere il crimine e l'entusiasmo

L'attività economica scatenata dalla cannabis è allettante, ma è importante riconoscere quanto poco di tale reddito sia alla luce dei redditi nazionali. Ad esempio, si prevede che gli Stati Uniti in 2020 $ 3.643 trilioni (~ 3.232.000 miliardi) nel gettito fiscale totale resa. Di questo, le accise ammontano a 157 miliardi di dollari (~ 139.4 miliardi di euro).

2019 07 16 Parliamo di soldi quanto vale la legalizzazione della cannabis negli stati uniti delle entrate fiscali federali
(Fonte: L'ufficio di gestione e bilancio)

Tra 2017 e 2018 segnalati Canada $ 313 miliardi (~ € 278 miliardi), di cui solo il 5,4% era costituito da accise. In confronto, la parte introdotta dalle tasse sulla cannabis è più sottile per il resto dell'economia. Eppure non c'è niente da opporsi.

Se si tiene conto anche dei costi del divieto, queste cifre sono molto più sorprendenti. In un rapporto intitolato Le conseguenze e i costi della proibizione della marijuana dall'università di Washington, ha spiegato i ricercatori hanno affermato che "con la crescita del numero di arresti di marijuana, anche il braccio nazionale del controllo della droga ha fatto passare da 4,6 miliardi di dollari nel 1991 a 9,5 miliardi di dollari nel 2002".

similmente stimata l'American Civil Liberties Union (ACLU), un gruppo di pressione statunitense dedicato alla promozione dei diritti individuali secondo cui la legalizzazione della marijuana farebbe risparmiare solo 7,7 miliardi di dollari all'anno nella spesa pubblica per l'applicazione.

Tuttavia, queste cifre devono essere prese con un piccolo granello di sale; con una maggiore competizione che si presenterebbe naturalmente dopo la legalizzazione, anche il prezzo della cannabis diminuirà. Se un sistema fiscale è stabilito sulla base del prezzo per grammo, come in Canada, ciò comporterebbe anche minori entrate fiscali.

Ma se studiamo come possiamo affrontare al meglio l'industria della cannabis da una prospettiva legislativa e fiscale, l'Europa farebbe bene a seguire il Nord America. Naturalmente molto può ancora essere migliorato, ma i costi alternativi di non seguire misure comparabili sono inevitabilmente più costosi a lungo termine.

Maggiori informazioni su StrainInsider (EN, Bron)

Articoli correlati

Lascia un Commento