Casa delinquenza Politica sulla droga: Peter "Regulate" de Vries e i parlamentari dipendenti dal divieto

Politica sulla droga: Peter "Regulate" de Vries e i parlamentari dipendenti dal divieto

porta Ties Inc.

2021-07-13-Peter "Regulate" de Vries e i parlamentari dipendenti dal ban

Paesi Bassi - dal signor Kaj Hollemans (KH Consulenza legale) (colonne Khla).

Dopo il vile attentato a Peter R. de Vries, il dibattito sulla politica sulla droga è divampato in pieno vigore. Peter R. de Vries era un sostenitore della legalizzazione delle droghe. Questo è l'unico modo per combattere efficacemente il crimine, pensò, perché priverebbe i criminali del loro modello di reddito.

Il presidente dell'Associazione di polizia olandese, Jan Struijs, riconosce che, nonostante tutti gli sforzi, la polizia non può fare molto nella lotta contro i criminali della droga. Ha supplicato Nieuwsuur per aver esaminato il rilascio di farmaci, combinato con una buona assistenza sanitaria e prevenzione. Altri media, come il AD e la NRC dubitare dell'attuale approccio repressivo e notare che la guerra alla droga non può essere vinta a lungo termine.

Sono d'accordo con questo. È tempo di un approccio radicalmente diverso. Il modello di reddito dei criminali di droga non può essere affrontato con condanne più severe, più divieti e multe più elevate, perché ciò otterrebbe l'esatto contrario. Il risultato finale del guerra alla droga è che i criminali più violenti raggiungono la cima, secondo il criminologo Tom Decorte.

Il modello di reddito dei criminali di droga può essere affrontato al meglio legalizzando, regolamentando e controllando la produzione, distribuzione e vendita di droghe illegali, informando adeguatamente le persone sui rischi associati all'uso di determinate droghe e tassando per finanziare l'informazione e la prevenzione. Proprio come con il gioco d'azzardo online ora. Nel giugno 2021, il ministro della VWS, Tamara Van Ark (VVD), ha dichiarato quanto segue:

"L'idea è che quando succede qualcosa, lo regoli, lo puoi monitorare, puoi stabilire regole per questo e puoi assicurarti che accada qualcosa di buono con i proventi". Perché questo approccio si applica a un file (altrettanto avvincente, altrettanto distruttivo e altrettanto criminogenico), ma non a un altro?

Manifesto

anche molto sindaci credono che il modello di reddito dei criminali di droga debba essere affrontato. Il primo passo è la legalizzazione e la regolamentazione della coltivazione, vendita e uso della cannabis. I sindaci pubblicheranno presto un manifesto. Nel 2020, gli scienziati avevano già proposto di adottare un approccio diverso, con il manifesto per una politica antidroga realistica. Quel manifesto è stato sostenuto da D66 e da molti importanti personaggi olandesi, tra cui Peter R. de Vries.

Seconda Camera

Penseresti che i parlamentari responsabili della politica sulla droga seguano da vicino la discussione sociale sulla politica sulla droga e che siano preparati a pensare all'approccio migliore. Ma l'ultimo giorno prima della pausa estiva, una grande maggioranza della Camera dei Rappresentanti ha votato a favore di a mozione del CDA e dell'Unione Cristiana invitando il governo a vietare sia il gas esilarante che le nuove sostanze psicoattive, a inviare gli emendamenti alla legge sull'oppio alla Camera all'inizio di settembre e a rendere strutturalmente disponibile denaro extra per l'attuazione e l'applicazione di entrambe le proposte. Non a caso i due ministri responsabili della politica sulle droghe sono il CDA (Grapperhaus) e la ChristenUnie (Blokhuis).

La maggioranza della Camera vuole quindi che il governo uscente si affretti con il divieto di protossido di azoto e divieto di droghe sintetiche. Come, in nome di Dio, è possibile, data l'attuale discussione sociale sulla politica della droga e tutti i segni che il proibizionismo non farà che peggiorare il crimine legato alla droga? L'applicazione delle sostanze illegali è già un problema. Non puoi risolverlo vietando più sostanze, perché poi devi imporre ancora di più. Legalizzando le droghe stai facendo la cosa giusta capacità rilasciato dalla polizia per altri illeciti.

In effetti, il signor DR Ugsdealer era così soddisfatto del recente divieto di 3-MMC che that lettera pubblica di ringraziamento ha scritto ai membri della Camera dei rappresentanti, in cui esorta i parlamentari a vietare ancora più droghe. Con ogni divieto, il suo reddito aumenta, perché un divieto non influisce sul modello di business dei criminali di droga, li rende solo più ricchi.

Dipendenza

I membri del parlamento ora sembrano essere essi stessi dipendenti dai divieti. Non lo fanno con riluttanza, si divertono, lo fanno perché si sente bene. Basta guardare il feed twitter dei parlamentari del CDA e della ChristenUnie. Annunciano trionfalmente l'ultimo divieto! L'unico problema, come con tutte le dipendenze, è che ci si sente bene fino a quando l'effetto non svanisce. E poi devi segnare di nuovo. Un altro colpo! Un altro divieto! Che gioia!

Auguro ad Anne Kuik e Mirjam Bikker molta forza nel riconoscere e riconoscere la loro dipendenza. Il riconoscimento apre la strada alla ricerca di aiuto. Fortunatamente, i Paesi Bassi hanno istituzioni eccellenti per trattamento della dipendenza dove possono andare i rappresentanti del popolo, istituzioni che, per inciso, sostengono anche la legalizzazione e la regolamentazione delle droghe.

Articoli correlati

Lascia un Commento