Casa delinquenza Le droghe sono il principale prodotto di esportazione del regime di Assad

Le droghe sono il principale prodotto di esportazione del regime di Assad

porta Ties Inc.

2022-06-29-Le droghe sono il principale prodotto di esportazione del regime di Assad

La rivista tedesca Der Spiegel getta nuova luce sull'esportazione di maggior successo del regime di Assad: Captagon, una sostanza anfetamina illegale che crea dipendenza.

Tangenti, contenzioso penale e a banda internazionale di narcotrafficanti con miliardi di dollari — no, questo non è il trailer di un nuovo thriller attualmente in streaming, ma piuttosto la realtà in Siria sotto il regime del presidente Bashar Assad, ha riportato la rivista tedesca Der Spiegel nel fine settimana.

Nuovo narcostato con nuovo farmaco

Assad, sopravvissuto alla guerra civile che ha lacerato il suo paese in gran parte grazie agli alleati Iran e Russia, ha usato l'ultimo decennio per trasformare la Siria in quello che alcuni chiamano il più nuovo narco-stato del mondo.
Basato su Captagon, una sostanza anfetamina illegale e molto avvincente popolare nel mondo arabo, il piano antidroga del regime è diventato un'operazione multimiliardaria. La sua importanza per il regime è illustrata dal fatto che gran parte della produzione e distribuzione della droga è supervisionata dalla Quarta Divisione Corazzata, l'unità d'élite dell'esercito siriano.

Il rapporto Der Spiegel si concentra su un drammatico processo che si svolge nello stato della Renania settentrionale-Vestfalia della Germania occidentale. I pubblici ministeri stanno cercando di dimostrare che una banda di narcotrafficanti locale è, in effetti, parte di una rete molto più ampia di traffico di droga in Siria.

Contrabbando e abuso di Captagon

Negli ultimi anni, i funzionari della sicurezza in diversi paesi sono stati in grado di contrastare enormi spedizioni di Captagon via mare. Ad esempio, il 1° luglio 2020, 84 milioni di pillole – per un valore di circa 1 miliardo di euro – sono state sequestrate dalle autorità italiane a Salerno. Nell'aprile 2020, la dogana egiziana ha sequestrato un carico di Captagon e hashish in un container appartenente a un'azienda siriana gestita da un cugino di Assad.

Nel marzo 2021 in Malesia è stata sequestrata una spedizione di oltre 94 milioni di pillole Captagon. Altre spedizioni, mascherate da spedizioni legali di articoli come pneumatici in gomma, ingranaggi in acciaio o rotoli di carta industriale, sono state sequestrate in porti in Europa, Libano, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti.

Le droghe stanno guadagnando popolarità tra i giovani del Golfo, ma Captagon è anche molto popolare tra le organizzazioni terroristiche in Medio Oriente, facendoli sentire "invincibili". In Arabia Saudita, l'abuso di droghe è una pandemia con circa il 40% dei consumatori di droga che usano Captagon.

Cartello della droga siriano

L'ex inviato speciale degli Stati Uniti in Siria, Joel Rayburn, ha dichiarato alla rivista tedesca che Captagon è diventato il principale prodotto di esportazione del regime di Assad. "Credo che il regime di Assad non sopravvivrebbe alla perdita di entrate di Captagon", ha detto, spiegando che il regime siriano non solo sta chiudendo un occhio sul traffico di droga, ma che "loro sono il cartello". Il rapporto citava il think tank New Lines Institute di Washington che affermava che il valore totale di Captagon esportato dalla Siria nel 2021 era di 2021 miliardi di dollari nel 5,7. L'anno scorso le esportazioni legali del paese sono state di 860 milioni di dollari.

Sebbene, secondo il rapporto, i porti europei siano attualmente solo un percorso circolare verso la vera destinazione della droga, rappresentano una preoccupazione crescente per le autorità locali. "Dobbiamo farla finita", ha detto a Der Spiegel un funzionario tedesco. "I siriani stanno producendo roba come se non ci fosse un domani".

Secondo i dati delle Nazioni Unite citati nel rapporto, entro il 2020 la Siria aveva importato 50 tonnellate di pseudoefedrina, un ingrediente chiave nell'industria farmaceutica essenziale per la produzione di metanfetamina.

"Cinquanta tonnellate sono più della metà della quantità importata dalla Svizzera, che ha un'enorme industria farmaceutica", afferma il rapporto. Nel 2021, un uomo d'affari siriano in esilio disse a Der Spiegel che l'operazione Captagon del regime era in costante crescita. "Producono in quantità industriali", ha detto.

Fonte: israelhayom.com (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento