Principali differenze tra CBD, CBDA, CBN, CBG, CBC e CBDV.

porta drugsinc

Principali differenze tra CBD, CBDA, CBN, CBG, CBC e CBDV.

Se stai appena iniziando a esplorare i numerosi prodotti a base di canapa attualmente disponibili sul mercato, potresti non renderti conto che c'è molto di più nel mondo del CBD di quanto sembri. Probabilmente hai familiarità con il CBD stesso, il composto derivato dalla cannabis che è diventato estremamente popolare negli ultimi anni. Medici e scienziati hanno scoperto che il CBD può essere utilizzato per gestire condizioni come infiammazioni, nausea, convulsioni, ansia, depressione, disturbi del sonno e dolore cronico, il tutto senza effetti psicoattivi. Ma lo sapevi che ci sono molti più composti nella stessa famiglia di composti chimici (collettivamente noti come cannabinoidi), ognuno con proprietà uniche e benefiche?

Continua a leggere per conoscere le differenze tra sei varietà di cannabinoidi comuni e ben studiate – CBD, CBDA, CBN, CBG, CBC e CBDV – nonché gli usi specifici di ciascun cannabinoide.

Primo, cosa sono i cannabinoidi?

Se sei nuovo nel mondo del CBD, potresti sentirti confuso dall'elenco di acronimi sopra. Quindi iniziamo con una domanda più semplice: cos'è un cannabinoide?

Scoperti per la prima volta in Israele negli anni '110, i cannabinoidi sono composti chimici presenti in natura derivati ​​dalla pianta di cannabis. Questi composti sono responsabili dei numerosi effetti medicinali della cannabis, con ogni composto che offre proprietà e benefici distintivi. Ad oggi, gli scienziati hanno scoperto più di XNUMX cannabinoidi; se ne scopriranno di più mentre continuiamo a esplorare le complesse strutture molecolari della pianta di cannabis.

In che modo il tuo corpo usa i cannabinoidi?

Il tuo corpo risponde in modo diverso a ciascun composto cannabinoide grazie a un notevole meccanismo integrato: il sistema endocannabinoide. Questo sistema complesso è costituito da recettori situati in tutto il corpo che regolano la salute e l'omeostasi. I recettori sono stati identificati in quasi tutti i principali sistemi di organi, dal cervello e dal midollo spinale al tratto gastrointestinale. I recettori CB1 sono più comunemente associati al cervello e al sistema nervoso, mentre i recettori CB2 sono associati al sistema immunitario. Questi recettori, insieme agli enzimi che aiutano a liberarsi dopo molti processi del sistema endocannabinoide, aiutano il nostro corpo a mantenere un ambiente interno stabile.

Quando i recettori del sistema endocannabinoide vengono attivati ​​dall'esposizione ai cannabinoidi, diventano reattivi. Ciò significa che possono influenzare importanti processi corporei, inclusi umore, memoria, appetito e dolore. Gli effetti specifici dei prodotti derivati ​​dalla cannabis dipendono dal composto specifico utilizzato e dalla posizione dei recettori che si legano a quel composto; daremo uno sguardo più da vicino alle interazioni recettore-cannabinoide di vari composti del CBD nelle sezioni seguenti.

Sei interessato a saperne di più su questo? Prendi se vuoi un'immersione più profonda nel sistema endocannabinoide prima di continuare a leggere per esplorare sei dei composti cannabinoidi più comuni.

Cos'è il CBD

Il più noto dei cannabinoidi è CBD, un'abbreviazione che sta per cannabidiolo. A differenza del THC, l'altro noto composto derivato dalla cannabis, il CBD non ha effetti psicoattivi. Ciò significa che puoi usarlo per scopi medicinali senza "sballarti", quindi è sicuro da usare anche quando prevedi di lavorare o guidare. Il CBD è anche un composto estremamente flessibile, quindi può essere convertito e incorporato in oli, caramelle gommose, pillole, creme e altri tipi di prodotti per soddisfare le diverse esigenze terapeutiche.

Il CBD è il più ricercato dei composti cannabinoidi e le sue applicazioni sono eccezionalmente ampie. Gli studi hanno dimostrato che il CBD può essere utilizzato come potenziale trattamento per:

  • Dolori e dolori quotidiani (infortuni sportivi, urti e contusioni, ecc.)
  • Dolore cronico
  • Condizioni infiammatorie inclusa l'artrite
  • Disturbi d'ansia e di panico
  • Nausea e vomito
  • Attacchi, convulsioni e disturbi convulsivi
  • Condizioni della pelle come acne, eruzioni cutanee ed eczemi

Cos'è CBDA?

L'acido cannabidiolico, generalmente abbreviato in CBDA, è un cannabinoide prodotto da steli, foglie e fiori di alcune piante di cannabis. Attraverso un processo chiamato decarbossilazione, l'acido viene rimosso dal CBDA e convertito in CBD. Questo processo viene solitamente eseguito riscaldando o fumando varietà di cannabis che contengono molto CBDA. Per questo motivo, il CBDA è talvolta considerato il "precursore" del CBD.

CBD e CBDA condividono strutture molecolari simili, quindi anche i loro effetti terapeutici sono simili; Tuttavia, il CBDA è stato oggetto di ricerche scientifiche meno estese. Gli scienziati hanno scoperto che il CBDA agisce principalmente come un inibitore dell'enzima COX-2 nel sistema endocannabinoide, portando alla ricerca sulla sua efficacia come trattamento per l'infiammazione. Studi recenti hanno anche dimostrato l'efficacia del CBDA per alcuni tipi Kanker testato e come uno antiemetico.

Una differenza finale tra CBD e CBDA si pone nei possibili metodi di consumo. Poiché la CBDA si trova solo nelle piante di canapa non trasformate che non sono esposte a calore eccessivo o luce solare, di solito viene estratta premendo le piante; il succo può quindi essere aggiunto ad insalate o altre pietanze crude non cotte per il consumo. Anche le resine vegetali, le tinture e altri estratti non attivati ​​possono essere fonti di CBDA.

Cos'è il CBN

CBN è l'abbreviazione di cannabinolo, un altro composto all'interno della famiglia dei cannabinoidi. In effetti, era CBN il primo cannabinoide isolato dagli scienziati. Il CBN viene prodotto quando il THC viene riscaldato o esposto all'ossigeno; si verifica anche naturalmente con l'invecchiamento della pianta di cannabis. Sebbene il CBN sia derivato dal THC, non condivide le proprietà psicoattive del THC (il che significa che non si otterrà il massimo dal CBN).

All'interno del sistema endocannabinoide, il CBN si lega ai recettori in modo meno efficace rispetto a molti altri cannabinoidi. Tuttavia, è stato ampiamente studiato come un composto utile per migliorare la salute del sonno. Gli scienziati hanno scoperto che il CBN agisce come un potente sedativo, con effetti simili ai comuni agenti che inducono il sonno come il diazepam. Negli studi sui topi, è stato dimostrato che il CBN aumenta il tempo di sonno; ulteriori studi suggeriscono che questo effetto è migliorato se usato in combinazione con THC.

Oltre alle implicazioni per la salute del sonno, il CBN è stato studiato come potenziale stimolante per la crescita del tessuto osseo. La ricerca dimostra che può attivare cellule staminali che facilitano la produzione di nuovo tessuto osseo, rendendolo potenzialmente utile per la guarigione delle fratture.

Ulteriori studi hanno studiato le applicazioni analgesiche, antibiotiche, anti-convulsive e anti-infiammatorie di CBN. Tuttavia, CBN al momento non è disponibile ovunque come supplemento.

Cos'è il MEB?

Come gli altri composti in questa recensione, il CBG (abbreviazione di cannabigerolo) è un cannabinoide non psicoattivo con una varietà di promettenti usi medici. Il CBG è in realtà il precursore dei suoi cugini più famosi, CBD e THC. Come il CBDA, l'esposizione alla luce o al calore scompone il CBG nella pianta di cannabis in questi composti più noti.

La maggior parte dei ceppi di cannabis contengono relativamente poco CBG, spesso meno dell'1%. Tuttavia, ciò non significa che questo cannabinoide sia meno promettente quando si tratta di potenziali usi. Il CBG interagisce con i recettori CB1 e CB2 nel sistema endocannabinoide; durante queste interazioni, si ritiene che aumenti naturalmente i livelli di dopamina, che aiuta a regolare il sonno, l'umore e l'appetito. Si ritiene inoltre che il CBG impedisca l'assorbimento del GABA da parte del cervello e blocchi i recettori della serotonina, entrambe implicazioni positive per il trattamento dell'ansia e della depressione.

Gli studi hanno dimostrato che il MEB è particolarmente efficace per determinati sistemi e sintomi fisiologici, tra cui:

glaucoma

I recettori endocannabinoidi sono altamente concentrati nelle strutture dell'occhio e il CBG ha dimostrato di essere particolarmente efficace nel ridurre la pressione intraoculare associata al glaucoma.

cancro

Uno studio recente ha mostrato risultati promettenti per il CBG come composto antitumorale, con il potenziale per bloccare i recettori che causano la crescita delle cellule tumorali. Gli scienziati hanno visto l'inibizione della crescita delle cellule di cancro del colon-retto nei topi trattati con CBG, fornendo una nuova ed entusiasmante strada per ulteriori ricerche e cure per i malati di cancro.

MRSA

Een studio condotto in Europa ha rivelato le proprietà antibiotiche del CBG e lo ha trovato efficace nelle applicazioni topiche nella lotta contro i ceppi di Staphylococcus aureus (MRSA) ei batteri resistenti a diverse classi di antibiotici.

Il CBG è stato anche studiato come potenziale trattamento per malattie infiammatorie intestinali, degenerazione delle cellule nervose, stimolazione dell'appetito e disfunzione della vescica.

Cos'è CBC

Scoperto più di cinque decenni fa, il cannabicromene (abbreviato in CBC) è considerato uno dei cannabinoidi più promettenti nella recente ricerca medica. Come il CBD e il THC, il CBC deriva dal CBDA quando l'acido viene scomposto per esposizione al calore o alla luce ultravioletta.

Non inebriante e senza "sballo" come altri composti di CBD, il CBC è meno studiato di alcuni derivati ​​della cannabis. Tuttavia, gli scienziati hanno scoperto una varietà di potenziali usi per questo cannabinoide.

All'interno del sistema endocannabinoide, il CBC si lega più efficacemente con il recettore vanilloide 1 (TRPV1) e il potenziale recettore transitorio ankyrin 1 (TRPA1); entrambi i tipi di recettori sono associati la percezione del dolore attraverso il corpo. Ciò significa che il CBC può funzionare come alternativa ai tradizionali antidolorifici come i FANS, ma senza i loro effetti collaterali potenzialmente dannosi. Il CBC può essere particolarmente efficace per il trattamento di condizioni infiammatorie come l'artrosi, specialmente se combinato con THC.

Ulteriori studi hanno dimostrato che CBC può essere un terapeuta del cancro, in aggiunta a ciò che CBG lavora principalmente per inibire la crescita delle cellule tumorali. Sebbene la ricerca in questo settore sia stata finora limitata, le proprietà anti-infiammatorie della CBC possono anche renderla un efficace trattamento per l'acne; Gli studi suggeriscono che potrebbe funzionare per prevenire l'infiammazione della ghiandola sebacea alla radice di molti tipi di acne.

Mentre questi benefici terapeutici si sovrappongono a molti altri cannabinoidi, il CBC si distingue per quello che è noto come "effetto entourage". I ricercatori ritengono che il CBC possa lavorare sinergicamente in combinazione con altri cannabinoidi per fornire trattamenti ancora più efficaci per molte delle condizioni sopra descritte.

Cos'è CBDV?

L'ultima nella nostra collezione di composti cannabinoidi è la cannabidivarina, meglio conosciuta come CBDV. Il CBDV è molto simile al CBD a livello molecolare, ma recenti ricerche hanno dimostrato che i suoi usi sono eccezionalmente unici e preziosi per le persone con disturbi neurologici.

Studi provvisori nei topi mostrano che il CBDV ha un enorme potenziale non sfruttato per il trattamento dell'epilessia e di disturbi neurologici simili. Come anticonvulsivante e antiepilettico, il CBDV ha il potenziale per aiutare i pazienti che soffrono di epilessia, morbo di Parkinson e altre condizioni in cui possono verificarsi convulsioni. Oltre a ridurre la durata e l'intensità delle convulsioni, il CBDV potrebbe funzionare per prevenire le convulsioni nel caso in cui si verifichi un attacco. Le prime ricerche su questi usi del CBDV sono così promettenti che GW Pharmaceuticals, un'azienda europea focalizzata sulla cannabis, sta brevettando l'uso del CBDV per il trattamento delle crisi.

Oltre al trattamento delle crisi, il CBDV può essere utilizzato da pazienti che soffrono di vomito e nausea, soprattutto quando tali condizioni sono causate dalla chemioterapia. È stato anche studiato come soppressore dell'appetito e come trattamento che allevia i sintomi del morbo di Crohn e della sclerosi multipla.

Come tutti i cannabinoidi discussi sopra, il CBDV non è psicoattivo.

Come faccio a sapere quale cannabinoide funzionerà meglio per me?

Dopo questa spiegazione approfondita di questi vari acronimi e abbreviazioni che iniziano con la lettera "C", potresti trovarti un po 'sopraffatto dalla nostra collezione di cannabinoidi comuni. Potresti anche chiederti come trovare il composto di CBD adatto a te e alle tue esigenze fisiche. La buona notizia è che, con così tanti cannabinoidi tra cui scegliere, è probabile che ce ne sia uno adatto alle tue cure e alle tue esigenze.

Quando restringi le tue scelte per trovare il cannabinoide giusto, inizia prima con i tuoi sintomi. Per i disturbi comuni, inclusi dolore, infiammazione, ansia, disturbi del sonno, eczema e acne, il CBD è un'opzione efficace e prontamente disponibile in un'ampia varietà di formati, da topici, unguenti, oli a caramelle gommose e pillole.

Se stai considerando i cannabinoidi come opzione di trattamento per una condizione insolita o potenzialmente pericolosa per la vita, inizia sempre consultando prima il tuo medico. Il tuo medico potrebbe avere accesso alla ricerca innovativa condotta ogni anno sui composti derivati ​​dalla canapa, dal CBDA fino al CBDV.

Disclaimer: la spiegazione, i termini e le descrizioni discussi non sono intesi per diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Fai sempre le tue ricerche su CBD o sui prodotti correlati alla cannabis e consulta sempre il tuo medico prima in caso di dubbio.

Per saperne di più su Cannabis Report World (EN, Bron) e IntrinsicHemp (EN, Bron)

Articoli correlati

1 commento

joshua j volpe 20 agosto 2020 - 01:24

cub è un grembiule da cubo con impasto di coca

rispondere

Lascia un Commento

[adrotate banner = "89"]