Casa Salute La marijuana può aiutare a curare il trauma cranico (CTE)?

La marijuana può aiutare a curare il trauma cranico (CTE)?

porta drugsinc

La marijuana può aiutare a trattare il trauma cranico (CTE)?

L'encefalopatia traumatica cronica (CTE) è una condizione neurodegenerativa che si verifica in persone che hanno subito più lesioni alla testa. I sintomi includono problemi comportamentali, disturbi dell'umore e difficoltà di pensiero.

L'ex star della NFL Calvin Johnson ha aderito a un elenco crescente di ex atleti professionisti che lavorano nel settore della marijuana. È socio di una nuova società che aprirà farmacie di marijuana medica nel Michigan.

Ma Johnson fa anche un passo avanti nel settore donando soldi all'Università di Harvard per finanziare uno studio sul potenziale del trattamento con cannabis CTE; che secondo a Onderzoek dei ricercatori dell'Università di Boston in 2017 è stato trovato nel 99% del cervello degli ex giocatori di football americano della NFL.

Johnson, che ha trascorso la sua carriera con i Detroit Lions facendo una donazione a sei cifre alla ricerca attraverso la sua compagnia di marijuana medica, Primitive, ha detto ESPN che crede che la sua azienda “sia in grado di sviluppare un trattamento per CTE. "

La CTE è causata da ripetuti traumi cerebrali

CTE sta per encefalopatia traumatica cronica. È una malattia degenerativa del cervello che si verifica nelle persone con traumi cerebrali ripetitivi, ed è esattamente ciò che vedi ogni domenica negli incontri di NFL e di boxe, tra gli altri.

I sintomi includono demenza e perdita di memoria. Alcuni hanno affermato che il CTE ha anche avuto un ruolo nella morte di ex giocatori che si sono tolti la vita o hanno avuto difficoltà a vivere da soli. Il problema si verifica sia con i giocatori attuali che con quelli ritirati.

Tuttavia, CTE non è limitato ai soli atleti professionisti. Secondo il suddetto studio dell'Università di Boston, al CTE è stato anche diagnosticato un veterano militare e atleti delle scuole superiori o dell'università che non hanno mai praticato lo sport in seguito.

I piani di Johnson per la sua attività di marijuana

Uno dei partner commerciali di Calvin Johnson è l'ex guardalinee della NFL Rob Sims, che ha anche suonato per i Lions. I due sono comproprietari di Primitive e i partner stanno pianificando di aprire una catena di distributori di marijuana medica nel Michigan.

Johnson è anche membro del consiglio di amministrazione della Michigan Cannabis Industry Association.

Johnson e Sims hanno deciso di finanziare la ricerca CTE dopo aver partecipato al Global Catalyst Health Summit di Harvard a maggio 2019. L'accordo per finanziare la ricerca è con l'International Phytomedicines and Medical Cannabis Institute presso l'Università di Harvard.

L'istituto studia non solo l'uso di cannabis per il potenziale trattamento del CTE, ma anche altre malattie come il cancro.

Johnson e Sims hanno anche stabilito una partnership con la società di prestazioni cerebrali NESTRE come parte dell'accordo, secondo l'articolo ESPN.

Johnson ha dichiarato al Detroit Free-Press che la collaborazione aiuterà a portare la cannabis al grande pubblico e al grande pubblico. Nonostante anni di legalizzazione negli stati degli Stati Uniti, alcuni vedono ancora l'industria delle infestanti con un occhio molto scettico, ha detto Johnson, compresa la sua stessa famiglia.

Johnson ha aggiunto: "Ma quando improvvisamente aggiungi che abbiamo una partnership con Harvard perché stiamo cercando di trovare il miglior farmaco, cambia molto".

Maggiori informazioni su GreenEntrepreneur (EN, Bron)

Articoli correlati

Lascia un Commento