Casa Notizie di cannabis in tutto il mondo Revisione annuale di cannabis e CBD: revisione del 2019

Revisione annuale di cannabis e CBD: revisione del 2019

porta drugsinc

Revisione annuale di cannabis e CBD: revisione del 2019

Nel 2019 sono successe molte cose nel mondo della cannabis. L'ondata di legalizzazione e depenalizzazione della cannabis è continuata. Grazie al Farm Bill del 2018 che ha reso legale la coltivazione e la coltivazione della canapa negli Stati Uniti, l'industria del CBD è esplosa. La scienza sta svelando nuove informazioni sulla cannabis e nuove conversazioni e dialoghi stanno emergendo attorno a queste informazioni.

In realtà è successo troppo per coprire tutto nei dettagli, ma qui ci sono alcune delle cose più importanti che sono successe intorno alla cannabis quest'anno:

Boom del CBD: esplosione in popolarità

Molte delle indicazioni sulla salute dei sostenitori del CBD non sono ancora state scientificamente provate, ma ciò non ha impedito al cannabinoide di crescere in popolarità. I ristoranti hanno iniziato a vendere bevande e cibi a base di CBD e gli integratori di CBD puro possono essere trovati praticamente ovunque, anche nelle principali catene di negozi e farmacie. Esistono anche prodotti di bellezza e integratori al CBD progettati specificamente per gli animali domestici.

Le normative sul CBD cambiano e si rilassano costantemente, offrendo a più persone l'accesso al CBD. E nonostante le difficoltà che gli scienziati affrontano durante la ricerca sul CBD, fanno sempre nuovi progressi. un studio pubblicato il 21 maggio ad esempio, ha dimostrato che il CBD può essere efficace nel ridurre il desiderio di droga nelle persone con disturbo da uso di eroina.

Discussione sull'uso di cannabis durante la gravidanza

A gennaio uno studio ha dimostrato che un sorprendente 30% delle donne incinte non credeva che l'uso di cannabis durante la gravidanza costituisse una minaccia per lo sviluppo del feto. Questo sembra uno strano presupposto, dato che le sigarette, l'alcol e altri farmaci sono tutti dannosi durante la gravidanza. L'idea sbagliata che la cannabis fosse diversa è probabilmente il risultato della reputazione della cannabis di essere generalmente innocua, oltre alla mancanza di ricerche specifiche su questo problema. Uno studio pubblicato ad aprile ha dimostrato che i bambini le cui madri usano cannabis durante la gravidanza hanno maggiori probabilità di avere problemi di sviluppo con l'apprendimento, la memoria e il comportamento.

Progresso legale

Nel 2019, l'ondata di legalizzazione e depenalizzazione della cannabis è continuata. Brazilië prodotti medici derivati ​​dalla cannabis legalizzati e Guam hanno legalizzato la pianta per uso ricreativo. Depenalizzato in aprile Israele cannabis. Negli Stati Uniti, l'uso ricreativo è stato legalizzato in Illinois e Michigan ed è stato depenalizzato nel New Mexico, New York, North Dakota e Hawaii. Legalizzato a giugno Irlanda cannabis medicinale per un programma temporaneo di 5 anni. A settembre è diventato il Territorio della Capitale Australiana il primo territorio australiano che la cannabis ricreativa è stata legalizzata, sebbene la nuova legge non entrerà in vigore fino al 31 gennaio 2020. In Norvegia, la cannabis è ancora punita con una multa e una macchia nera nel casellario giudiziario dell'utente, ma il governo ha ordinato la depenalizzazione della droga prima del 1 ° gennaio 2020.

Oltre alle leggi approvate, nel 2019 sono state introdotte dozzine di iniziative e atti legislativi, inclusi i progetti di legge di 27 stati statunitensi che avrebbero legalizzato la cannabis. Molte di queste proposte sono fallite. Tuttavia, il fatto che si stia elaborando una legislazione di riforma è un'ulteriore prova di ulteriori progressi. Negli Stati Uniti, sono state emanate più leggi nei dipartimenti del governo federale con l'obiettivo di vietare e legalizzare la cannabis a livello federale. Non è ancora finito, ma quasi certamente è in arrivo.

Cannabis e risultati sulla schizofrenia

Vari studi condotti in passato hanno suscitato interesse pubblico nel 2019. Questi studi hanno dimostrato vedere una connessione tra l'uso di cannabis e la schizofrenia - ma gli studi garantiscono anche che ciò non indichi necessariamente una relazione causale. La correlazione dipende dall'età del primo utilizzo, dalla frequenza di utilizzo e dalla potenza della cannabis. Fortunatamente, la correlazione sembra diminuire o scomparire negli utenti che non iniziano a usare la cannabis fino all'età adulta. Quindi aspetta fino a 21 anni e poi non dovresti preoccuparti.

La trasformazione legale della cannabis in Canada

Il 17 ottobre, esattamente un anno dopo che il Canada ha legalizzato la cannabis per la prima volta, il governo ha apportato alcune revisioni e aggiunte alla legge. Quando la cannabis è stata legalizzata nel 2018, il fiore di cannabis era l'unico prodotto che poteva essere venduto legalmente. Le nuove aggiunte alla legge disciplinano la lavorazione, la produzione, la distribuzione e la vendita di prodotti derivati ​​come edibili, vaporizzatori, bevande, concentrati e prodotti topici.

Malattie correlate allo svapo

Negli Stati Uniti, a metà anno si è verificata un'epidemia di uso di prodotti "sigaretta elettronica" o "svapo" associata a danno polmonare, noto anche come EVALI. È un boccone, quindi di solito veniva chiamato "svapo".

Al 20 novembre 2019, c'erano 2.290 casi di malattia in 49 stati e 47 decessi. Molti di questi casi si sono verificati a seguito dell'uso di vapori ottenuti sul mercato nero (illegale), ma non tutti. Il Center for Disease Control ha scoperto che la vitamina E acetato è il colpevole. Finché quell'ingrediente non è presente, sembra che ci siano pochi rischi associati allo svapo. Tuttavia, l'incidente ha evidenziato la necessità di ulteriori ricerche sui rischi per la salute che possono o meno essere causati dallo svapo, nonché la necessità di normative più severe in questo settore.

Educazione alla cannabis e al terpene

Ci sono molte cose che non sappiamo (ancora) sulla cannabis e, poiché il farmaco è spesso limitato, è molto difficile per gli scienziati fare ricerche che devono essere fatte. I progressi nella ricerca di nuove informazioni sono lenti, ma sono in corso.

Eppure il 2019 è stato un grande anno per l'educazione alla cannabis. Con la recente legalizzazione del Canada e la crescente accettazione pubblica della cannabis, la curiosità delle persone è aumentata. Innumerevoli siti (come questo) sono stati creati per soddisfare quella curiosità e le informazioni che abbiamo sulla cannabis ora possono essere trovate ovunque su Internet, a portata di mano di chiunque voglia o voglia sapere. Questa è una vittoria!

Una delle tendenze più interessanti del 2019 per quanto riguarda l'educazione alla cannabis è stata la diffusione di tutte le informazioni sui terpeni. Abbiamo appreso che i terpeni svolgono un ruolo essenziale nel determinare l'odore di una varietà di cannabis e come influisce sull'utente. Abbiamo anche imparato che distinguere tra indica e sativa non aiuta molto, poiché le sativa e le indica sono spesso troppo cresciute, osservare il profilo terpenico di una varietà è un modo molto migliore per prevedere gli effetti di una varietà. Leafly ha persino lanciato un nuovo sistema di categorizzazione basato su quell'idea, che probabilmente cambierà il modo in cui le persone parlano della cannabis nel 2020.

La scienza sta avanzando verso la scoperta di più segreti della pianta di cannabis - sia il positivo che il negativo. La conoscenza che abbiamo sulla cannabis sta circolando e stiamo facendo progressi verso un pubblico più istruito e informato. Le leggi continuano a cambiare. Guardando indietro al 2019, possiamo vedere che il mondo sta compiendo passi chiari verso un rapporto più sicuro e responsabile con la cannabis. Speriamo di poter dire lo stesso il prossimo anno e vedere sviluppi ancora più positivi!

Maggiori informazioni su CalmCollectiv (EN) e Leafly (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento