Vai al contenuto principale
Menu
Riduzione del danno sempre più sotto pressione

Riduzione del danno sotto pressione crescente

Serie di messaggi: Colonna - Kaj Hollemans (KHLA)
Diffondi l'amore ✌🏼

Paesi Bassi - dal signor Kaj Hollemans (KH Consulenza legale) (@KHLA2014).

Venerdì scorso ho partecipato a una conferenza di Steve Rolles di Transform (Regno Unito) sulla regolamentazione delle droghe nel museo pop-up delle droghe, Poppi Amsterdam. Questo museo della droga è un'iniziativa di Mainline Foundation, un'organizzazione impegnata da oltre 25 anni nel miglioramento della salute dei tossicodipendenti e delle condizioni in cui vivono limitando i danni ai tossicodipendenti e al loro ambiente o la riduzione dei danni.

Riduzione del danno

La riduzione del danno è stata un pilastro importante della politica olandese in materia di droga sin dagli anni '80. Grazie all'attenzione a riduzione del danno la salute dei consumatori di droghe pesanti nei Paesi Bassi è migliorata enormemente negli ultimi anni. La loro qualità di vita è aumentata e l'inconveniente è diminuito. Anche il numero di malattie infettive all'interno di questo gruppo è fortemente diminuito. La riduzione del danno comprende l'educazione alla droga, lo scambio di siringhe, le aree d'uso, la distribuzione del metadone e le strutture di test per i farmaci della vita notturna.

Negli ultimi decenni, il Ministero degli Affari Esteri ha sostenuto molti progetti internazionali nel campo della riduzione del danno, ed è qualcosa in cui i Paesi Bassi abbastanza orgoglioso può essere esaurito.

Con mio grande sgomento, il Dipartimento di Stato ha deciso a maggio di quest'anno di interrompere il finanziamento di progetti sanitari per i tossicodipendenti o di contribuire alle riforme della politica internazionale in materia di droga. I progetti per l'HIV in Asia centrale, Medio Oriente e Sud-Est asiatico sono completamente chiusi. Venerdì scorso, la Mainline Foundation ha presentato una per conto di oltre 300 organizzazioni internazionali di 85 paesi brucia la lettera al parlamentare Mahir Alkaya (SP). Con questa lettera di fuoco, il Ministro del commercio estero e della cooperazione allo sviluppo Sigrid Kaag (D66) è invitato a continuare a finanziare progetti internazionali di riduzione del danno. Ci si aspetterebbe che questo argomento sarebbe in cima alla lista con un ministro della D66, specialmente dopo che il suo partito all'inizio di quest'anno aveva un manifesto molto discusso per una realistica politica sulle droghe. presentato chiedere la riduzione del danno non stigmatizzando e criminalizzando le persone che fanno uso di droghe, ma aumentando e migliorando l'accessibilità e la qualità delle informazioni e delle cure e attraverso la cooperazione internazionale.

Spero che l'Assemblea prenda a cuore questa lettera di fuoco e invita il ministro a continuare a prestare attenzione a questo, perché è stato dimostrato negli ultimi 40 anni che i progetti di riduzione del danno contribuiscono a limitare i rischi per l'utente e il suo ambiente. Grazie al supporto per questi progetti, i Paesi Bassi sono stati in grado di salvare migliaia di vite, non solo nel nostro paese, ma anche in altri paesi, come la Russia e l'Iraq.

Società senza droghe

Non posso sfuggire all'impressione che la decisione di non finanziare più progetti sanitari per i tossicodipendenti o di smettere di contribuire alle riforme della politica internazionale sulle droghe abbia tutto a che fare con il mutato atteggiamento di questo governo nei confronti dei tossicodipendenti e dei tossicodipendenti. Il governo riconosce l'importanza della politica basata sull'evidenza, ma non appena si parla di droga, si verifica una sorta di cortocircuito collettivo nelle camere superiori dei politici delle signore e dei signori.

Contro il nostro miglior giudizio, questo governo si sta battendo per una società libera dalla droga. Bene, Grapperhaus e Blokhuis, una società senza fumo può essere realizzata nel 2040, ma una società senza droghe è un'illusione. È tempo che si svolga un dibattito valido e solido sui principi della politica olandese in materia di droga e su ciò che noi come paese rappresentiamo. Perché se il governo cerca una società libera dalla droga, alla fine danneggerà solo la protezione della salute pubblica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati * *

Torna in alto