Casa Salute La cannabis ti rende davvero pigro? E che dire del CBD e degli sport con la cannabis?

La cannabis ti rende davvero pigro? E che dire del CBD e degli sport con la cannabis?

porta drugsinc

La cannabis ti rende davvero pigro? Exn, che dire del CBD e degli sport con la cannabis?

È una delle affermazioni più persistenti contro i fumatori di cannabis; Che tu sia uno stoner occasionale o un drogato molto regolare, sorge la stessa domanda perenne: "Ma fumare erba non ti rende pigro"? Ci sono certamente argomenti a favore di questa affermazione, ma ci sono anche una serie di distinzioni da fare.

Se qualcuno dovesse inalare un quarto d'oncia prima di mezzogiorno, ci sono senza dubbio poche possibilità di uno sforzo massiccio per alcune ore, ma non è di questo che stiamo parlando qui. Quello che vogliamo sapere è: l'abitudine a lungo termine del fumo promuove una mentalità in cui uno è più contento di sedersi e rilassarsi, più contento di fare di meno, più contento di accontentarsi del minimo indispensabile? In breve, ti rende più pigro?

Come sempre nel caso delle domande sui farmaci, il risultato dipende tanto dall'utilizzatore quanto dalla sostanza stessa. Alcune persone riescono a prendere droghe pesanti e mantenere uno standard di vita perfettamente accettabile, altre, purtroppo, no. C'è una quantità impressionante di variabili una volta che l'elemento umano è stato inserito nell'equazione.

Altre variabili devono essere considerate quando si chiede come viene consumata la sostanza: fumare una canna ha un effetto diverso rispetto a fumare con un bong o svapare. Inoltre, l'età in cui l'abitudine si forma nell'utente e l'intensità dell'abitudine contribuiscono tutti agli effetti a lungo termine dell'uso. La "pigrizia" dipende anche da una serie di altri fattori basati sullo stile di vita; come la salute mentale esistente e l'equilibrio tra lavoro e vita privata.

Iniziare a fumare presto una causa di maggiore pigrizia?

Ad esempio, qualcuno che inizia a fumare quotidianamente nella tarda adolescenza o negli anni dello sviluppo ha statisticamente più probabilità di sperimentare un calo dell'ambizione generale e della capacità di pianificare in modo coerente per il futuro. Il cervello umano continua a svilupparsi bene nei primi anni 'XNUMX ed è molto probabile che il consumo di una sostanza psicoattiva abbia un effetto su questo sviluppo.

Durante questi anni formativi è generalmente il caso che le persone facciano progetti per il loro futuro; prendere decisioni sui possibili percorsi per l'istruzione superiore e potenziali carriere. In questo caso, un utilizzo intensivo può lasciare l'utente in uno stato di sviluppo stagnante, senza aver formato nuove ambizioni o sentirne il bisogno immediato.

Questo potrebbe essere descritto come una forma di "pigrizia mentale", ma corrisponde a ciò che potremmo chiamare "pigrizia fisica" al contrario: un'avversione per l'attività fisica, come lo sport e l'esercizio fisico?

Un recente studio che esamina la relazione tra uso di cannabis ed esercizio fisico in giovane e mezza età mostra risultati sorprendenti che contraddicono la visione vecchia di decenni che la cannabis porta all'inattività e alla pigrizia.

I dati sono stati raccolti da migliaia Amerikanen attraverso le due raccolte più recenti del National Longitudinal Study of Adolescent to Adult Health - uno studio longitudinale sugli adolescenti negli Stati Uniti. I dati sono stati quindi confrontati con i sondaggi dati auto-riportati completati dai partecipanti, registrando sia l'assunzione di cannabis per un mese che l'esercizio fisico per una settimana. I risultati non hanno mostrato alcuna associazione significativa tra il consumo di cannabis e la mancanza di spinta all'esercizio. Ciò che può sorprendere molti è che lo studio ha concluso che i consumatori di cannabis sono più o meno propensi a fare esercizio fisico quanto i non consumatori.

Ora, prima di emozionarti, ricorda che questo studio è il primo del suo genere (in termini di scala) e anche piuttosto limitato. Lo studio non ha tenuto conto dei tipi di cannabis consumati, dei dosaggi e delle modalità di consumo. Non sappiamo quali partecipanti usassero olio di CBD non psicoattivo o se altri fumassero skunk.

Il CBD è attivamente promosso dagli atleti

Molti atleti promuovono CBD ora attivo e parlare per la pletora di benefici che ha avuto l'incorporazione nel loro regime di fitness. La rimozione del CBD dall'elenco dell'Agenzia mondiale antidoping, insieme all'aumento della ricerca che mostra la sua efficacia nel trattamento delle condizioni legate allo sport, lo ha confermato come un farmaco sportivo abbastanza legittimo.

Il CBD è attivamente promosso dagli atleti. E la pigrizia, la cannabis e lo sport? (Fig.)
Il CBD è attivamente promosso dagli atleti. E la pigrizia, la cannabis e lo sport? (AFB.)

Il CBD aiuta quindi con il recupero muscolare, in modo che le persone possano continuare a fare esercizio. Anche se questo non significa necessariamente che qualcuno sia motivato a fare esercizio a causa del CBD, si può presumere che se ti senti fisicamente forte è molto più probabile che tu voglia essere attivo.

Ma per quanto riguarda la cannabis e lo sport?

Ma per quanto riguarda la cannabis che ti fa sballare? Nel 2019 indagato i ricercatori dell'Università del Colorado a Boulder hanno studiato la relazione tra l'uso di cannabis e il comportamento di esercizio negli stati con erba legalizzata. I risultati hanno indicato che la maggioranza (81,7%) dei partecipanti ha approvato l'uso di cannabis insieme all'esercizio fisico. Dei partecipanti che hanno approvato l'uso di cannabis poco prima e / o dopo l'esercizio, la maggior parte ha indicato che ha reso l'esercizio più piacevole e ha migliorato il loro recupero. Circa la metà ha affermato che la cannabis aumenta la motivazione a fare esercizio.

La cannabis può rendere un allenamento più piacevole, metterti in una mentalità meditativa e persino ridurre le associazioni negative spesso associate all'esercizio. Sappiamo tutti che ci fa bene, ma è facile procrastinare. Anche in questo caso, anche se per alcuni sarà così, è improbabile che la cannabis abbia effetti negativi - come paranoia e ansia - quando la consumano.

La letteratura scientifica sull'uso di cannabis nel contesto di comportamenti salutari, come l'attività fisica, è estremamente limitata e non ha prodotto risultati indiscutibili. Poiché l'esercizio fisico è uno dei comportamenti salutari più importanti, speriamo che venga ulteriormente esplorato nella ricerca in evoluzione sui numerosi benefici della cannabis.

Se sei curioso di scoprire se la tua routine di esercizi può essere potenziata aggiungendo cannabis al tuo regime, potrebbe essere un'idea interessante iniziare in piccolo e non spingere te stesso, sia in termini di quantità di cannabis che di quantità di esercizio di cannabis. durata. Essere in armonia con il proprio corpo e ascoltare i suoi bisogni è fondamentale. Se ti senti motivato con più concentrazione, la cannabis può essere un modo per aumentare il naturale sballo delle endorfine durante l'esercizio!

Fonti tra cui HealthDay (EN), Foglia (EN), PNAS (EN), Sportello di ricerca (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento