Vai al contenuto principale
Menu
Vedi la scheggia nell'occhio dell'altro, ma non il raggio nel proprio occhio.

Vedere la scheggia nell'occhio dell'altro, ma non il raggio nel proprio occhio.

Serie di messaggi: Colonna - Kaj Hollemans (KHLA)
Diffondi l'amore ✌🏼

Paesi Bassi - dal signor Kaj Hollemans (KH Consulenza legale) (@KHLA2014).

Secondo il rapporto annuale 2019 del National Drug Monitor pubblicato la scorsa settimana ha un totale di poco più di 1 milione di olandesi di età pari o superiore a 18 anni cannabis usata nel 2018. Il numero di soffiatori giornalieri era di 220.000 persone molto più in alto rispetto al 2017. Quindi c'erano 140.000 persone.

Dopo la cannabis, l'XTC è la droga più comunemente usata nei Paesi Bassi. 2018 adulti hanno usato XTC nel 380.000. L'uso di XTC è stato più o meno lo stesso dal 2015. Quasi 250.000 persone hanno riferito di aver usato la cocaina nel 2018. L'uso è più elevato tra gli uomini adulti tra i 25 ei 29 anni, altamente istruiti e residenti nelle aree urbane. È sorprendente che nel 2018 un totale di 224 persone siano morte per le conseguenze dirette del consumo di droghe. Questo è 38 in meno rispetto al 2017.

Se si confrontano queste cifre con il desiderio del governo di prevenire un'ulteriore normalizzazione del consumo di droga, questa sembra una battaglia persa. Invece di sempre meno, vengono utilizzati sempre più farmaci. L'aumento del numero di soffianti giornalieri è particolarmente sorprendente.

Informazione e prevenzione

Con l'imminente esperimento a catena chiusa di cannabis (meglio noto come test delle erbe infestanti) c'è anche maggiore attenzione per la prevenzione e informazioni sull'uso della cannabis. Insieme all'introduzione del test delle erbe infestanti, ne sta arrivando una campagna di informazione nazionale sui rischi dell'uso di erbe infestanti. In questo modo il governo vuole impedire che l'esperimento con erba legale normalizzi l'uso della cannabis. Una maggiore attenzione all'informazione e alla prevenzione mi sembra una buona cosa. Una simile campagna è disperatamente necessaria, perché negli ultimi anni il governo ha completamente fallito su questo punto. Di conseguenza, il numero di soffianti giornalieri è aumentato considerevolmente. E poi il test delle erbe infestanti deve ancora iniziare.

Trovo ancora più sorprendente che l'introduzione del test delle erbe infestanti richieda sempre più tempo. Alla fine di dicembre 2019, il governo ha annunciato che ci sarebbe stata maggiore chiarezza all'inizio del 2020 circa le regole che regolano l'esperimento delle infestanti. Ora è all'inizio di marzo 2020 e rimane assordantemente silenzioso a L'Aia.

Farmaci firmati

Invece di dare priorità al test delle erbe infestanti e alla relativa campagna di informazione, il governo sta presentando una nuova modifica alla legge sull'oppio: divieto di alcuni gruppi di nuove sostanze psicoattive. Con questo, il governo mira a proteggere la salute pubblica e ostacolare la produzione e il commercio di nuove sostanze psicoattive. Si tratta di sostanze molto simili in effetti ai farmaci che sono già stati vietati e che sono prodotti per eludere la legislazione sui farmaci. Può essere fino al 20 aprile ha risposto al conto, che è stato sottoposto a consultazione. Il disegno di legge vieta tre cosiddetti "gruppi di sostanze", il che significa che in pratica tutti i nuovi farmaci di design rientrano nell'ambito di applicazione dell'Opium Act. In breve, sta sparando con un elefante a una futura zanzara.

Negozi intelligenti

Molte di queste risorse (che sono ancora legali) sono vendute nello smart shop. Tutte queste risorse diventeranno presto illegali. Ma un divieto non significa che questi fondi non saranno più venduti. Un divieto garantisce solo che questi farmaci saranno presto venduti nel circuito illegale, senza limiti di età, informazioni o altre restrizioni. È proprio la vendita regolamentata di farmaci di design che garantisce prodotti controllati con una certa quantità di sostanze attive. Con un divieto perdi tutto ciò. Inoltre, l'uso di nuove sostanze psicoattive è trascurabile rispetto alle tre droghe più comunemente usate (cannabis, MDMA e cocaina). Invece di dare la priorità a questo, il governo propone un divieto di nuovi farmaci di design che non risolveranno praticamente nulla, ma richiederà molto tempo e alla fine porterà a situazioni pericolose per l'utente. Se il governo vuole davvero proteggere la salute pubblica, l'ulteriore regolamentazione è la via preferita, non un divieto.

Tutta la situazione mi ricorda le sagge parole del Signore Gesù, parole che Mr. Blokhuis e Grapperhaus dovrebbero prendere a cuore:

“Perché vedi la scheggia nell'occhio di tuo fratello, ma non noti il ​​raggio nei tuoi occhi? Oppure, come dirai a tuo fratello: permettimi di toglierti la scheggia dagli occhi; e vedi, c'è un raggio nei tuoi occhi? Ipocrita, prima togli il raggio dall'occhio e poi sarai in grado di vedere bene per togliere la scheggia dall'occhio di tuo fratello. "

(Matteo 7, 3-5, HSV).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati * *

Torna in alto