Casa Salute Collaborazione europea sugli psichedelici nell'assistenza sanitaria

Collaborazione europea sugli psichedelici nell'assistenza sanitaria

porta Ties Inc.

2022-06-19-Collaborazione europea sugli psichedelici nell'assistenza sanitaria

Una nuova alleanza europea che mira ad affinare il potenziale terapeutico degli psichedelici arriva con a evento virtuale il 23 giugno. L'Alleanza Europea per l'Accesso Psichedelico e la Ricerca (PAREA) è un gruppo fondato nel 2022 ed è composto da 15 organizzazioni con obiettivi comuni nei settori della salute mentale e delle sostanze psichedeliche.

La società ha annunciato la sua fondazione a maggio tramite una nuova pagina Twitter e da allora ha aiutato importanti organizzazioni membri come Pain Alliance Europe ad annunciarne il lancio.

Necessità di trattamento psichedelico

Il gruppo sostiene l'urgenza di psichedelici e sostiene che la salute mentale è diventata una grave crisi sociale perché abbiamo opzioni di trattamento insufficienti. Gli obiettivi della missione di questa nuova enorme organizzazione includono la promozione della ricerca per aiutare a generare prove cliniche per l'efficacia della terapia psichedelica. Inoltre, PAREA mira ad aumentare la collaborazione tra scienziati e responsabili politici e garantire un accesso legale e conveniente a trattamenti sicuri ed efficaci non appena disponibili.

I gruppi che partecipano all'alleanza PAREA includono neuropsicofarmacologi e associazioni oncologiche, gruppi di difesa dei pazienti dell'Unione Europea specializzati in salute mentale e neurologia, varie associazioni scientifiche, fondazioni psichedeliche e altri partner industriali.
L'elenco dei gruppi membri include l'Associazione delle leghe europee contro il cancro, la Fondazione Osmond, l'European Brain Council, la Global Alliance of Mental Illness Advocacy Networks – Europe e molti altri.

Evento virtuale

Il lancio ufficiale dell'organizzazione avverrà il 23 giugno alle 14.00:XNUMX. Tra i relatori di spicco che parteciperanno all'evento figurano il Dr. Thomas R. Insel – ex direttore dell'Istituto Nazionale di Salute Mentale degli Stati Uniti, il Professor Gitte Moos Knudsen – Presidente dell'European College of Neuropsychopharmacology e la Dr. Sara Cerdas – membro del Parlamento Europeo .

Mentre ci sono molte persone che possono funzionare grazie agli antidepressivi, il gruppo afferma che quei prodotti hanno una serie di effetti collaterali spiacevoli e indesiderati. PAREA menziona anche che secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), solo il 2% della spesa generale mondiale viene speso per la salute mentale.
In questo contesto, le terapie psichedeliche assistite (PAT) promettono di essere una nuova potente forma di trattamento per i disturbi mentali, neurologici e da dipendenza, come suggerito dal corpo di ricerca in rapida crescita, rigoroso e convincente.

Più attenzione per gli psichedelici come medicina

PAREA ha assistito a scoperte fondamentali che hanno aperto la strada alla formazione dell'organizzazione. Ad esempio, la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha assegnato il premio Breakthrough Therapy per tre studi che esaminano il potenziale dell'MDMA nel trattamento del disturbo da stress post-traumatico (PTSD) e della psilocibina per aiutare la depressione tra il 2017 e il 2019.

Un'altra pietra miliare è l'Imperial College London nel Regno Unito (Regno Unito) che ha aperto la strada alla creazione di un centro dedicato alla ricerca sulle sostanze psichedeliche. Poco dopo, le migliori università americane come l'Università della California, la John Hopkins e la New York University hanno seguito l'esempio con strutture simili.

Fonte: mugglehead.com (EN)

Articoli correlati

Lascia un Commento